Sospesa a Carpi l’attività di un esercizio pubblico: “aveva installato telecamere per controllare anche i dipendenti”

I Carabinieri della Compagnia di Carpi, unitamente a personale del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Modena, hanno controllato vari esercizi pubblici, rilevando, in due casi, a Carpi e nella Bassa, irregolarità tali da comportare la sospensione dell’attività.

0
5525

I Carabinieri della Compagnia di Carpi, unitamente a personale del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Modena, hanno controllato vari esercizi pubblici, rilevando, in due casi, irregolarità tali da comportare la sospensione dell’attività.

Il primo controllo, eseguito dai militari in un bar di un comune della bassa modenese, ha fatto rilevare più violazioni in tema di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro, oltre nella collocazione di telecamere di sorveglianza senza alcuna autorizzazione. Il titolare dell’esercizio è stato denunciato e multato per oltre 10mila euro. All’esercizio è stata applicata la misura della sospensione dell’attività imprenditoriale fino al ripristino delle condizioni di sicurezza.

Nel secondo controllo, eseguito nella mattinata di ieri in un esercizio pubblico di Carpi, i Carabinieri, oltre a rilevare gravi violazioni in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro e per l’istallazione di telecamere di videosorveglianza in assenza di autorizzazione, alcune delle quali peraltro riprendenti i lavoratori, hanno sorpreso una persona “in nero”. La titolare dell’esercizio pubblico è stata denunciata e sono state applicate sanzioni amministrative per oltre 12mila euro. Anche in questo caso è stata applicata la sospensione dell’attività fino al ripristino delle regolari condizioni di esercizio.