La camminata per la pace a un anno dall’inizio della guerra

Centocinquanta persone hanno partecipato alla camminata per la pace, la vita e la libertà

0
864

Centocinquanta persone hanno partecipato alla camminata per la pace, la vita e la libertà a un anno dall’inizio della guerra in Ucraina: ieri venerdì 24 febbraio si è svolta a Carpi, come in altre città italiane, la manifestazione per protestare contro tutte le guerre e le violenze, commesse anche da anni sulle popolazioni, in particolare sulle donne, per denunciare la negazione del diritto all’istruzione, alla libertà di espressione in Afghanistan, in Iran e in altre zone del mondo. Alla camminata, promossa dalle associazioni femminili di Carpi Unione Donne in Italia e Centro Italiano Femminile, insieme al Centro Antiviolenza Vivere Donna, ha aderito il mondo dell’associazionismo.

Partito dal piazzale di fronte ai vigili urbani, il corteo ha attraversato via Guido Fassi, Corso Fanti, per arrivare in Piazza Martiri davanti al Teatro Comunale a ritmo di canzoni contro la guerra. Nel momento di riflessione davanti al Teatro è stata riportata la testimonianza di una donna iraniana e di una donna afghana impegnate per l’affermazione della pace, della vita e della libertà.