C’è anche Franco Mosconi tra i 5 candidati al CdA di Hera

Franco Mosconi, docente di Economia industriale all’Università di Parma, già componente dello staff dei consiglieri economici del governo Prodi (tra il 1996 e il 1998) e di consigli di amministrazione di società e istituti di credito, è membro del consiglio di reggenza della sede regionale della Banca d’Italia. La designazione sarà per la carica di vice presidente.

0
752

Sono cinque i candidati alla designazione di un rappresentante del Comune di Modena in Hera Spa che giovedì 23 febbraio, alle 18.30, al termine della seduta del Consiglio comunale, parteciperanno all’audizione da parte delle commissioni consiliari riunite in seduta congiunta.

Si tratta del percorso definito dal Consiglio comunale per tutte le nomine che in questo caso prevede la designazione un componente da includere nella lista di maggioranza per la nomina del Consiglio di amministrazione di Hera. Secondo quanto previsto dal contratto di sindacato fra i soci pubblici modenesi della società, tale componente, se nominato dall’Assemblea dei soci, sarà designato per la carica di vice presidente e durerà in carica tre esercizi; è previsto un compenso che verrà deliberato dagli organi della società.

I candidati sono Massimiliano Baraldi, commercialista, componente del consiglio sindacale di diverse società; Carlo Alberto Bulgarelli, commercialista e revisore legale; Rossano Ercolini, direttore del Centro ricerca Rifiuti zero del Comune di Capannori, in provincia di Lucca, e autore di studi sul tema; Gabriele Giacobazzi, attuale vice presidente di Hera, presidente dell’Ordine degli ingegneri e assessore comunale tra il 2012 e il 2018; Franco Mosconi, docente di Economia industriale all’Università di Parma, già componente dello staff dei consiglieri economici del governo Prodi (tra il 1996 e il 1998) e di consigli di amministrazione di società e istituti di credito, è membro del consiglio di reggenza della sede regionale della Banca d’Italia.