Il Lions Club Carpi Host premia Daniela Dallavalle: quando la moda diventa arte

Premiata Daniela Dallavalle dal Lions Club Carpi Host per aver puntato su Carpi realizzando un progetto innovativo unico al mondo che favorisce la condivisione delle idee e la contaminazione.

0
1687

Sabato 18 febbraio presso La Baracca Sul Mare è proseguito il viaggio dedicato alla formazione, considerata dal Lions Carpi Host lo strumento più potente per cambiare il mondo, migliorando prima se stessi e quindi la società.
“Non siamo a Londra al Sanderson di Philip Stark e neppure a New York al Guggenheim Museum; siamo qui, ora, a Carpi in questo magnifico tempio d’arte che ospita la creatività come espressione di libertà” ha detto ai 130 ospiti il Presidente Fabrizio Bulgarelli, che ha premiato l’artista e imprenditrice Daniela Dallavalle riconoscendole la capacità straordinaria di innovare nella moda reinterpretata dalla creatrice come vera e propria forma ed espressione d’arte. La serata charity denominata Carnival Dinner Party Lions Carpi, perché coincidente con il periodo del Carnevale, è stata l’occasione per raccogliere fondi a favore del coro dei disabili dell’Ushac cui è stato devoluto il ricavato della serata nella quale è intervenuto sia il Presidente della Associazione Carlo Alberto Fontanesi, sia la soprano carpigiana Serena Daolio che insegna canto ai ragazzi disabili e che ha offerto ai presenti una magica performance lirica ed è stata premiata dal Lions con un riconoscimento per la propria generosità verso la comunità locale. Daniela Dallavalle e Serena Daolio, ha detto il Presidente Lions, “sono le testimoni di messaggi positivi straordinari rivolti sia alle nuove generazioni, sia a tutti coloro che sono intellettualmente aperti al cambiamento e che sono animati dal desiderio di migliorare: chi ha ricevuto tanto dalla propria comunità ed ha avuto opportunità, ha anche la responsabilità di restituire. E possiamo appunto essere la giving back generation”: il talento nella musica lirica al servizio dei disabili come dono di felicità ed opportunità; la creatività e l’arte aperte a favore della condivisione e della contaminazione.

 

La serata è stata animata dal conduttore radiofonico di Radio Bruno Enzo Ferrari apprezzatissimo dal pubblico per aver coinvolto tutti i presenti con giochi che hanno favorito la condivisione e non è mancata nel corso dell’evento una lotteria benefica con estrazione di premi offerti da molti partecipanti e un’asta vinta da una persona non presente che ha voluto rimanere anonima e che si è aggiudicata la maglia autografata del fuoriclasse Osimhen. L’evento organizzato dal Lions Carpi Host è inserito nella campagna Insieme possiamo lanciata dal Lions International il cui Presidente Brian Sheehan nell’esortare tutti i club a coinvolgere in attività di volontariato chiunque sia animato dagli stessi buoni propositi: “Da solo, ognuno di noi può fare tanto, ma insieme possiamo rendere possibile l’impossibile”. E l’obiettivo è stato pienamente centrato perché il teatro di La Baracca sul Mare era gremito di tante persone animate dal desiderio di condividere e di essere contaminate da testimonianze virtuose e di fare del bene insieme. L’iniziativa è stata sostenuta da Autotorino che ha esposto innovativi veicoli Mercedes all’ingresso del Teatro, nonchè da Tessitura Rossi.