Il mondo ha bisogno delle donne: torna la raccolta fondi di Despar

Dal 20 febbraio all’8 marzo, l’iniziativa di charity di Aspiag Service, giunta alla nona edizione, coinvolgerà tutti i punti vendita Despar Eurospar e Interspar di Veneto, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Trentino-Alto Adige e Lombardia. I fondi raccolti nella nostra regione, Carpi compresa, saranno destinati alla Breast Unit dell’Ospedale bolognese, una struttura all’avanguardia nella prevenzione e nel trattamento delle patologie della mammella.

0
970
Type=N, Mode=M, DE=None

Continua l’impegno in favore dell’universo femminile di Aspiag Service, concessionaria del marchio Despar per l’Emilia-Romagna, il Triveneto e la Lombardia: per il nono anno consecutivo torna l’iniziativa benefica Il mondo ha bisogno delle donne, per sostenere realtà e associazioni impegnate nella tutela della salute e del benessere delle donne.

 Dal 20 febbraio all’8 marzo, infatti, la grande famiglia Despar unirà le forze per dare sostegno a sei realtà e associazioni attive nelle regioni in cui l’azienda è presente. In tutti i punti vendita a marchio Despar, Eurospar e Interspar di Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Trentino-Alto Adige, Lombardia ed Emilia-Romagna, i clienti potranno arrotondare lo scontrino della spesa, donando direttamente in cassa l’importo desiderato.

In Emilia-Romagna – Carpi compresa – i fondi raccolti saranno destinati a sostenere l’attività ordinaria della Breast Unit dell’Ospedale Bellaria di Bologna, struttura specializzata nell’attività di prevenzione e cura del tumore alla mammella. La Breast Unit, che ha al suo interno la Senologia radiologica, l’Oncologia Medica, la Chirurgia Senologica, la Radioterapia, la Chirurgia Plastica, l’Anatomia Patologica, la Terapia del Dolore, le Cure Palliative e la Psicologia clinica, è un luogo dove le donne affette da cancro alla mammella trovano diagnosi, cura, terapia e assistenza, con un’attenzione particolare per la personalizzazione del percorso di cura.

 “Torna anche quest’anno nei nostri punti vendita una delle attività di charity più sentite e partecipate da tutto il mondo Despar. Un’iniziativa – commenta Alessandro Urban, Direttore Regionale Aspiag Service per l’Emilia-Romagna – che abbiamo attivato in tutte le regioni in cui siamo presenti e che da ormai nove edizioni sostiene iniziative e progetti rivolti all’universo femminile, con un’attenzione particolare a realtà e associazioni impegnate nella tutela della salute e del benessere delle donne. Per questa edizione abbiamo scelto di destinare i fondi a una realtà del nostro territorio che rappresenta un’eccellenza nella prevenzione e trattamento di tutta la patologia mammaria, con particolare focus sulla cura del tumore al seno, una malattia che oggi colpisce un numero sempre crescente di donne che necessitano, accanto alle cure, di un supporto che è fondamentale per affrontare un momento particolarmente complesso anche dal punto di vista psicologico e personale. Grazie a questa raccolta fondi potremo così contribuire a sostenere fattivamente l’attività di questa struttura d’eccellenza impegnata anche nella diffusione della cultura della prevenzione, confermando ancora una volta il ruolo della nostra azienda come attore sociale concretamente impegnato all’interno delle comunità in cui si inserisce”.

L’attenzione e la solidarietà del mondo Despar ai temi della salute femminile, aggiunge  Antonio Maestri, Direttore del Dipartimento Oncologico Azienda Usl di Bologna e Azienda Usl di Imola, “in particolare del tumore alla mammella, non può che farci piacere. Destineremo i fondi all’assistenza sanitaria offerta dalla Breast Unit del Bellaria. L’impegno dell’Azienda Usl di Bologna nell’ambito delle patologie oncologiche è costante e in continua crescita. La Breast Unit, tra le prime cinque in Italia per volumi di interventi chirurgici eseguiti nel corso del 2022, è solo la tappa di arrivo di un percorso di presa in carico a tutto tondo delle donne, che ha origine nello screening regionale. I dati di attività della Breast Unit testimoniano di una crescente attenzione delle donne alla prevenzione. Iniziative come questa contribuiscono alla diffusione di tale attenzione. E anche di questo siamo grati a Despar”.