Il caso di Cortile finisce in Regione: “trovate un medico per la frazione”

Fratelli d’Italia presenta un'interrogazione regionale per chiedere di garantire continuità assistenziale alla frazione Cortile.

0
765
L'inaugurazione dell'ambulatorio di Cortile nell'ottobre 2020

Il caso di Cortile, rimasto senza medico di medicina generale, così come già accaduto a Migliarina, finisce in Regione. “La Giunta ponga in essere tutte le iniziative necessarie per nominare il medico di Medicina Generale nella frazione di Cortile di Carpi, al fine di garantire l’adeguata continuità assistenziale per i cittadini”. A chiederlo tramite un’interrogazione è il consigliere Luca Cuoghi (Fratelli d’Italia). “A gennaio a Cortile – ha ricordato il consigliere – è cessato il servizio di medicina generale e non si è ancora trovato un sostituto. Il medico provvisoriamente assegnato, infatti, ha partecipato a un concorso ed è stato trasferito in un’altra zona. Agli assistiti è stata recapitata la lettera per informarli con l’invito a scegliere un altro medico di base ma attualmente non è stato trovato un altro professionista disponibile”.

A Cortile nell’ambulatorio di fianco al bar anziché del medico di famiglia ci saranno due infermieri che presteranno servizio due/tre volte alla settimana.