Riaprono i Pronto Soccorso di Scandiano e Correggio ma per sole 12 ore

La Direzione dell’Azienda Usl di Reggio Emilia informa di stare lavorando affinché sia possibile aprire il Pronto Soccorso di Scandiano il 20 marzo e quello di Correggio nel successivo mese di aprile, entrambi per 12 ore diurne.

0
749

La Direzione dell’Azienda Usl di Reggio Emilia informa di stare lavorando affinché sia possibile aprire il Pronto Soccorso di Scandiano il 20 marzo e quello di Correggio nel successivo mese di aprile, entrambi per 12 ore diurne. La ditta che si è aggiudicata l’appalto sta perfezionando, con gli uffici competenti, gli aspetti amministrativi e curriculari, in previsione di una fase di preparazione organizzativa, complessa e articolata per le stesse caratteristiche del servizio.

“Era il febbraio 2020 quando, nel corso di una lunga giornata di sabato, mentre si cominciava ad avere piena coscienza di ciò stava per accadere e dei rischi conseguenti, d’accordo con le autorità sanitarie, – commenta l’On. Ilenia Malavasi, deputata ed ex sindaca di Correggio – venne deciso di chiudere il pronto soccorso del San Sebastiano, unitamente a quello di Scandiano. Quella risposta, in quel momento, rappresentava una misura emergenziale a protezione dei pazienti fragili e dei loro familiari e serviva a impedire che l’ospedale correggese venisse “bucato” dalla pandemia. In seguito, in virtù di un ingente impegno finanziario superiore a 1.200.000 euro di risorse pubbliche, l’intera struttura è stata riprogettata con doppi ingressi e doppi percorsi per rispondere al meglio alle emergenze sanitarie e poter riaprire in base alle attuali norme di legge. Si è trattato di un cantiere complesso e travagliato, che ha dovuto fare i conti con imprevisti legati anche proprio all’approvvigionamento delle materie prime e alle difficoltà cui sono andati incontro tutti i cantieri – pubblici e privati – in quest’ultimo biennio. Oltre ai lavori in corso per procedere alla riapertura l’Ausl ha dovuto sopperire anche alla carenza di organico”.