Annullato lo spettacolo Mine vaganti, il disappunto di un’abbonata sulle forme di rimborso

“L’annullamento non è certo imputabile al teatro - ci scrive un’abbonata - ma mi domando quali spettacoli possa ancora trovare disponibili dal momento che i biglietti si prenotavano da ottobre…. Lo spettacolo di Teresa Mannino ad esempio è sold out da mesi. Certo non voglio prenotare un balletto dal momento che la danza non mi interessa, d’altronde ho un abbonamento alla prosa. Perché non scontare il costo dall’abbonamento della prossima stagione o almeno consentirne l’uso entro il 31/12?”.

0
1049

La Direzione del Teatro Comunale informa che, per causa indipendenti dalla propria volontà, lo spettacolo Mine vaganti di Ferzan Ozpetek, previsto nella stagione di prosa il 3 e 4 dicembre scorsi ma rinviato per indisposizione di un interprete, non potrà essere recuperato: la compagnia non è stata infatti in grado di organizzare altre date a Carpi, quindi i possessori di biglietto e gli abbonati stanno ricevendo istruzioni per le rispettive forme di rimborso.

Nella missiva si legge: “Non essendo possibile per norma di legge rimborsare la quota di abbonamento corrispondente a questo spettacolo, l’Amministrazione comunale ha deciso di produrre un voucher del valore della corrispondente quota. Il voucher le verrà inviato via e-mail entro il mese di febbraio e potrà utilizzarlo presso la nostra biglietteria, per spettacoli organizzati dal Comune di Carpi, fino al prossimo 30 settembre 2023”.

Un’abbonata storica carpigiana ci scrive per esprimere il proprio disappunto: “l’annullamento non è certo imputabile al teatro ma mi domando quali spettacoli possa ancora trovare disponibili dal momento che i biglietti si prenotavano da ottobre…. Lo spettacolo di Teresa Mannino ad esempio è sold out da mesi. Certo non voglio prenotare un balletto dal momento che la danza non mi interessa, d’altronde ho un abbonamento alla prosa. Perché non scontare il costo dall’abbonamento della prossima stagione o almeno consentirne l’uso entro il 31/12?”.