Frusta il figlioletto con un cavo elettrico: arrestato a Carpi

I militari, insieme ai colleghi carpigiani, ricevuto il provvedimento si sono presentati ieri sera presso la sua residenza a Carpi.

0
2812

Il gravissimo episodio di maltrattamenti era venuto alla luce nel 2013 quando i carabinieri di Fabbrico erano intervenuti in seguito alla segnalazione dei vicini che avevano sentito le urla del bambino di 8 anni. L’uomo, un 53enne oggi residente a Carpi, aveva tentato di depistarli ma non aveva convinto i militari che erano entrati in casa e avevano trovato il bambino accucciato nella vasca da bagno con evidenti segni di inaudita violenza: era stato frustato con un cavo elettrico lungo un metro e del diametro di 1,5 cm ritrovato nel cesto della biancheria. Il bambino era stato portato in ospedale per le ferite e il padre di 53 anni arrestato. Condannato nel 2016 a tre anni di reclusione, ieri è stato condotto in carcere dopo che la condanna è diventata esecutiva. I militari, insieme ai colleghi carpigiani, ricevuto il provvedimento si sono presentati ieri sera presso la sua residenza a Carpi. Al 53enne restano da scontare 2 anni, 11 mesi e 26 giorni