Soliera, il Bosco urbano si allarga

A fine dicembre piantati 1.237 alberi (acero, frassino, querce, carpini…) e 126 arbusti (ligustrum, rosa canina, ciliegio canino...) nell’area di via Stradello Arginetto.

0
388

Insieme ai sei ettari di nuovi alberi collegati all’iniziativa del Bosco Ferrari, nell’ambito della campagna nazionale Foresta Italia di Rete Clima, il Comune di Soliera prosegue in una robusta operazione di piantagione di piante con ulteriori due ettari nell’ambito del progetto regionale Quattro milioni e mezzo di alberi in più. Piantiamo un albero per ogni abitante dell’Emilia-Romagna. L’intervento si realizza grazie ai contributi ai comuni di pianura per la realizzazione di interventi di forestazione urbana.

Nella seconda metà di dicembre, dopo gli opportuni lavori di preparazione del terreno, i tecnici della ditta Nonsoloverde srl di Reggio Emilia hanno provveduto a piantare 1.237 alberi (acero, frassino, querce, carpini…) e 126 piccoli alberi e arbusti (ligustrum, rosa canina, ciliegio canino…) su due ettari di terreno messi a disposizione dal Comune in via Stradello Arginetto. Le specie vegetali previste rispondono alle indicazioni dei Criteri ambientali minimi (CAM) in quanto appartengono alle specie della flora tipica della pianura padana. Sono piante certificate che riportano il nome botanico, il codice di provenienza, la descrizione della provenienza, il codice Istat e il comune di provenienza.

Il sesto d’impianto prescelto è di metri 4 x 4. Ogni pianta è stata dotata di protezione antilepre tipo “tubo Shelter” in polipropilene, e ricoperta da un disco in fibra naturale. L’intervento prevede anche la cura dell’area per i prossimi anni attraverso irrigazione di supporto e sfalci. Il costo complessivo del progetto è di oltre 28.000 euro dei quali il finanziamento Regione copre circa 21.500 euro.

L’obiettivo di questa iniziativa è valorizzare l’importanza del patrimonio arboreo e ricordare il ruolo fondamentale degli alberi per il mantenimento della salute dei nostri ecosistemi naturali e urbani e per il benessere dell’intera comunità, dal momento che rappresentano uno dei migliori alleati per contrastare la crisi climatica. 

Nei prossimi anni i solieresi disporranno di un polmone verde delle dimensioni di dieci ettari, un intervento imponente rispetto al territorio del nostro Comune. Gli alberi sono attori fondamentali per il benessere e la qualità della vita: contribuiscono al contrasto al riscaldamento climatico assorbendo anidride carbonica, sequestrano particolato atmosferico, operano la regimazione delle acque di pioggia, permettono un incremento della biodiversità, comportano una diminuzione dell’isola di calore urbana e migliorano il paesaggio.