Gabinetto di fotosegnalamento, una nuova dotazione per la Polizia Locale

“Nonostante ancora una volta il PD si dimostri incoerente e lontano dalle reali esigenze della nostra comunità, ci fa piacere constatare come questa Amministrazione prenda spunto dalle idee e dalle proposte della Lega e delle opposizioni, attuando, seppur tardivamente, ciò che a suo tempo si adoperò invece a criticare aspramente sia in sede consiliare che a mezzo stampa”, commenta il consigliere Bonzanini.

0
746

Da alcune settimane è attivo a Carpi il nuovo gabinetto di fotosegnalamento in dotazione alla Polizia Locale dell’Unione delle Terre d’Argine. Uno strumento utile ad agevolare e rendere ancor più sicuro, efficiente ed economico il lavoro degli agenti, prima costretti a doversi appoggiare presso i colleghi di altri Comuni o Unioni nello svolgimento di attività di indagine e investigazione.

“Per la Lega – commenta Giulio Bonzanini, segretario e Capogruppo Lega nell’Unione delle Terre d’Argine  – la sicurezza è sempre stata una priorità e per questo in Unione delle Terre d’Argine (cui è conferita la gestione della PL), fin da subito abbiamo voluto dare il nostro contributo, proponendo la nostra prima mozione in cui si chiedeva di investire in tal senso, con una proposta specifica e mirata a implementare la dotazione di strumenti tanto economici quanto essenziali per il lavoro dei nostri agenti. Un documento depositato ben tre anni fa (novembre 2019) e che venne bocciato con sufficienza e scarso interesse da parte della maggioranza.  

Nonostante ancora una volta il PD si dimostri incoerente e lontano dalle reali esigenze della nostra comunità, ci fa piacere constatare come questa Amministrazione prenda spunto dalle idee e dalle proposte della Lega e delle opposizioni, attuando, seppur tardivamente, ciò che a suo tempo si adoperò invece a criticare aspramente sia in sede consiliare che a mezzo stampa”.