Cmb progetta il futuro ospedale Gaslini di Genova

Vale 164,4 milioni di euro l'operazione del nuovo Ospedale pediatrico Gaslini di Genova presentato dal consiglio di amministrazione che ha scelto il progetto del raggruppamento di imprese con a capo CMB.

0
483

Vale 164,4 milioni di euro l’operazione del nuovo Ospedale pediatrico Gaslini di Genova presentato dal consiglio di amministrazione che ha scelto il progetto del raggruppamento di imprese con a capo CMB assieme a Mieci, Arcoservizi e Mythos, preferendolo alla proposta presentata da Percassi S.p.A. Il progetto di interesse pubblico diventerà base di una gara europea – che dovrebbe tenersi nei primi mesi 2023 – per la realizzazione ex novo di un padiglione ospedaliero, la manutenzione straordinaria e la rifunzionalizzazione di altri padiglioni. Il nuovo Gaslini potrà contare su 346 posti letto, oltre la metà in stanze singole, tutte con spazi per almeno un accompagnatore e con il bagno”. Il progetto prevede una profonda riorganizzazione funzionale dell’intero Istituto al fine di garantire un ospedale a misura di bambino, efficiente, tecnologicamente avanzato, aperto all’innovazione e alla ricerca. In particolare, i lavori consisteranno nella realizzazione ex novo del Padiglione Zero, la manutenzione straordinaria e la rifunzionalizzazione di padiglioni deputati ad attività sanitaria e a servizi complementari e la gestione dei servizi di hard facility management, compresa la fornitura dei vettori energetici. Nel Padiglione Zero verranno collocate le funzioni ad alta intensità di cura e sarà dotato di un’architettura flessibile e accogliente, concepito con i più alti standard costruttivi. Il progetto ha l’obiettivo di consegnare alla città di Genova un ospedale sostenibile, rispettoso dell’ambiente, accogliente e fortemente orientato al futuro. L’ingegner Cinzia Cammarata, direttrice Business Development di CMB, che ha coordinato il gruppo di lavoro interdisciplinare che ha elaborato la proposta, sottolinea come “dal 2000 a oggi CMB ha realizzato 24 ospedali, otto dei quali in partenariato pubblico privato, ed è motivo di grande orgoglio essere stati scelti come promotori per la riorganizzazione di un Istituto di eccellenza per la cura del bambino, quale è il Gaslini. CMB e le aziende del Raggruppamento hanno messo in campo le migliori competenze e specializzazioni, grazie a un gruppo di lavoro multidisciplinare che ha lavorato sul progetto, sulla fase costruttiva, sulla sostenibilità ambientale e l’efficientamento energetico per realizzare un ospedale proiettato verso il futuro”.

Il costo complessivo, sostenuto integralmente dal concessionario, è di 145,6 milioni di euro. L’importo era stato stimato in 124 milioni, rivalutato per i rincari del prezzo dei materiali e dell’energia. Il prossimo passo sarà la messa a gara della proposta per l’affidamento della costruzione: il gruppo di imprese prescelto mantiene il diritto di prelazione.