Dalla guerra dei Balcani agli accordi di Minsk, alla guerra in Ucraina, appuntamento con Massimo Nava

Venerdì 11 novembre, alle 18.45, presso la libreria La Fenice di Carpi un nuovo appuntamento della rassegna Memoria Breve: conversazione sulla guerra in Ex Yugoslavia, in occasione del trentennale del conflitto, come evento anticipatore della tragedia in Ucraina con Massimo Nava giornalista, corrispondente di guerra, scrittore e autore della biografia di Angela Merkel aggiornata sulla questione russo-ucraina (Rizzoli, 2022). Con la partecipazione dell’attore e regista Paolo Zaccaria, modera l’incontro il giornalista Pierluigi Senatore.

0
292
Massimo Nava

Venerdì 11 novembre, alle 18.45, presso la libreria La Fenice di Carpi un nuovo appuntamento della rassegna Memoria Breve: conversazione sulla guerra in Ex Yugoslavia, in occasione del trentennale del conflitto, come evento anticipatore della tragedia in Ucraina con Massimo Nava giornalista, corrispondente di guerra, scrittore e autore della biografia di Angela Merkel aggiornata sulla questione russo-ucraina (Rizzoli, 2022). Con la partecipazione dell’attore e regista Paolo Zaccaria, modera l’incontro il giornalista Pierluigi Senatore. 

Il giornalista, editorialista di politica internazionale per il Corriere della Sera, affronterà un percorso segnato dalla violazione del diritto internazionale a partire dalla guerra dei Balcani, vissuta in prima persona come corrispondente dal fronte, passando attraverso le risoluzioni di pace e gli accordi di Minsk fino a definire il quadro geopolitico che ha portato all’avvento del conflitto in Ucraina. Massimo Nava è stato inviato dal fronte insieme a Giuseppe Zaccaria, giornalista della Stampa autore di Noi criminali di guerra libro assunto come prova dal tribunale internazionale dell’Aja come prova dei crimini di guerra durante il conflitto dei Balcani da cui è stato tratto lo spettacolo La guerra di Baba Roga che ha aperto la rassegna Memoria Breve ed è messo in scena dal figlio, attore e regista, Paolo Zaccaria in memoria del padre. 

La rassegna Memoria Breve. Pratiche che non si insegnano ma si esercitano, progetto dell’Associazione Culturale AppenAppena – Aps prevede altri appuntamenti: 

–  Martedì 22 novembre, alle 18.45, presso la Libreria La Fenice conversazione con Anna Maria Giordano, giornalista professionista, sulla trasmissione e costruzione della memoria: cosa significa essere un giornalista e come creare oggi le basi oggi per trasmettere memoria della complessa attualità che viviamo. Modera l’incontro il giornalista Nelson Bova.
–  Giovedì 1 dicembre, alle 21, all’Auditorium San Rocco, Carpi – Nuovo Canzoniere partigiano + Coro delle Mondine di Novi in concerto. Introduce Claudio Silingardi dell’Istituto storico di Modena.
Perchè continuare a cantare? Il canto come veicolo di memoria e coesione sociale.
Ingresso libero e gratuito fino a esaurimento posti.
– Sabato 3 dicembre, alle 18.45, presso la Libreria La Fenice incontro con Elvira Mujcic scrittrice e traduttrice con la presentazione di Dieci prugne ai fascisti (Elliot Edizioni, 2016). La scrittrice incontrerà le classi quarte e quinte degli istituti superiori di Carpi durante la mattinata presso l’Auditorium San Rocco, per la presentazione del libro Consigli per essere un bravo immigrato (Elliot Edizioni, 2019).