La bellezza dell’arte giapponese va in scena al Teatro Comunale grazie alla Scuola Aikido

Lo scenografico e grandioso teatro giapponese Kabuki approda per la prima volta a Carpi in occasione del quarantesimo anniversario della fondazione della Scuola Aikido diretta dal maestro Giuseppe Lisco. L’appuntamento è il 25 novembre, a partire dalle 21, in Teatro Comunale con la Compagnia giapponese Manjushaka. I proventi dello spettacolo saranno devoluti alla sezione carpigiana della Lipu.

0
659

Lo scenografico e grandioso teatro Kabuki approda per la prima volta a Carpi in occasione del quarantesimo anniversario della fondazione della Scuola Aikido diretta dal maestro Giuseppe Lisco.

“Per festeggiare insieme alla città questo importante traguardo – spiega Lisco – abbiamo deciso di organizzare un grande spettacolo in Teatro Comunale per mostrare alla cittadinanza il fascino e la bellezza dell’arte e della cultura giapponesi”.

Nel teatro tradizionale Kabuki, dichiarato nel 2008 Patrimonio culturale immateriale dall’Unesco, non esistono maschere: in scena vi sono solo uomini che, grazie a un trucco molto pesante e a costumi elaborati, interpretano anche personaggi femminili e creature sovrannaturali. Abiti, parrucche e make-up sono delle piccole opere d’arte. Anche le scenografie sono spettacolari e si fa largo uso di effetti speciali per rendere le scene ancor più sensazionali. 

“Al centro dei drammi Kabuki, genere teatrale popolare nato agli inizi del XVII secolo, vi sono da sempre tematiche sociali attuali e spettacoli di ambientazione storica. Un po’ come il nostro melodramma – prosegue Lisco – ma con un’attenzione maniacale all’estetica. In scena infatti trucco e parrucco rendono tutto davvero magico, coinvolgente ed entusiasmante. Gli attori saltano, cantano accompagnati dalla musica… tutto è dinamico e in movimento. Persino la cultura dei manga trae spunto dalle coreografie e dai personaggi del Kabuki. Lo spettacolo è davvero imperdibile e adatto a tutte le età”.

Questa forma di teatro tradizionale giapponese è andata in scena l’ultima volta nella nostra Regione nel 1977, a Reggio Emilia, ma ora sarà possibile ammirarla nuovamente alla Corte dei Pio, il 25 novembre, a partire dalle 21. A calcare il palcoscenico del Comunale oltre ai dodici elementi della Compagnia giapponese Manjushaka vi sarà anche il gruppo Taiko Wa-Do coi suoi straordinari tamburi.

I proventi dello spettacolo saranno devoluti alla sezione carpigiana della Lipu.

Per info e prenotazioni dei biglietti: aikidocarpi@alice.it – 059.688998.

J.B.