Presentato ai dirigenti del Pd l’esito del sondaggio cittadino, bene ma non benissimo

“L’obiettivo del sondaggio commissionato dal Pd di Carpi all’agenzia Piave di Bologna, che ha interpellato circa mille cittadini carpigiani, è stato quello di raccogliere giudizi e pensieri riguardo alcuni temi: il lavoro, l’ambiente, la qualità della vita e i bisogni della nostra città. I risultati emersi sono un utile strumento di indirizzo per la nostra azione politica dei prossimi mesi”, dichiara Daniela Depietri, segretaria comunale del Pd di Carpi in una nota stampa.

0
784

“L’obiettivo del sondaggio commissionato dal Pd di Carpi all’agenzia Piave di Bologna, che ha interpellato circa mille cittadini carpigiani, è stato quello di raccogliere giudizi e pensieri riguardo alcuni temi: il lavoro, l’ambiente, la qualità della vita e i bisogni della nostra città. I risultati emersi sono un utile strumento di indirizzo per la nostra azione politica dei prossimi mesi”, dichiara Daniela Depietri, segretaria comunale del Pd di Carpi.

In primo luogo dal sondaggio emerge come fra popolazione giovane (18-40 anni) e quella più numerosa, sopra i 50 anni, ci sia una “significativa differenza di vedute a proposito del futuro di Carpi. Nostro compito sarà quello di trovare una sintesi fra le aspirazioni e le istanze di tutte le fasce di popolazione, fra chi è più legato a una dimensione tradizionale e chi sogna una città ‘smart’, proiettata verso un contesto anche internazionale”. Il sondaggio ci mostra inoltre come in poco tempo le priorità cambiano. “Solo sei mesi fa – prosegue Depietri – in cima alle inquietudini dei cittadini c’era la sanità, oggi sono invece sono la sicurezza e il lavoro a preoccupare di più. Tante misure, per contrastare reati contro persone e cose, sono già state messe in campo dall’amministrazione – telecamere, varchi controllati e street tutor -, e il primo atto parlamentare del deputato Pd Andrea De Maria, eletto nel collegio di Carpi, è stato proprio quello di chiedere un rafforzamento degli organici di polizia.

Sul lavoro e l’ambiente, altro settore fonte di preoccupazione, il Pd concentrerà nei prossimi mesi il massimo sforzo. Per i cittadini un grande investimento progettuale e di visione va indirizzato alla questione ambientale, dalle emissioni delle auto, alle aree verdi, ai parchi, fino alla mobilità per arrivare a una città più sostenibile. 

Il sondaggio – continua Depietri – ci dice poi che la città, pur con qualche incertezza, scommette sul porta a porta integrale indicandoci così una strada da percorrere sulla quale dovremo investire ancora. 

Su altri temi il sondaggio ha restituito un buon risultato e in modo specifico riguardo scuola, sociale, sanità, e offerte culturali. Aspetti su cui comunque non diminuirà il nostro impegno al fine di ottenere risultati sempre migliori. Da tutti questi spunti il Pd trarrà nuovi stimoli per migliorare la sua azione sul territorio e sicuramente continuerà ad essere vicino ai cittadini con un ascolto efficace e  propedeutico per essere volano di una buona gestione della cosa pubblica e della Carpi che vogliamo. Oltre ai risultati del sondaggio, commissionato prima della caduta del governo Draghi, i cittadini hanno premiato con il voto del 25 settembre il Partito democratico di Carpi: un’ulteriore motivazione a fare sempre meglio”.