No ai monopattini sotto ai portici, a chiederlo è il gruppo Fratelli d’Italia

Fratelli d’Italia, come si legge nel testo della loro mozione, chiede alla Giunta di avviare attraverso l'impiego della Polizia Locale, delle verifiche soprattutto “in alcune aree critiche”, a partire dai “portici del centro di Carpi, essendo il loro utilizzo, e anche la loro sosta, vietata sui marciapiedi in quanto possono rappresentare un serio pericolo”.

0
1003

Monopattini, sì o no? Il tema è uno di quelli caldi e che divide l’opinione pubblica soprattutto per il modo a dir poco disinvolto con cui vengono utilizzati. A chiedere una stretta sulla delicata materia è il Gruppo Consiliare Fratelli d’Italia di Carpi: “abbiamo presentato – spiega la prima firmataria Federica Boccaletti – una mozione affinché l’Amministrazione Comunale promuova una campagna di sicurezza mirata a chi utilizza i monopattini per disincentivare comportamenti pericolosi per se stessi e gli altri, in particolare i pedoni, e ribadire l’importanza del rispetto del codice della strada anche attraverso controlli mirati e stringenti”. Fratelli d’Italia in particolare, come si legge nel testo della mozione appena protocollata, chiede alla Giunta di avviare attraverso l’impiego della Polizia Locale, delle verifiche soprattutto “in alcune aree critiche”, a partire dai “portici del centro di Carpi, essendo il loro utilizzo, e anche la loro sosta, vietata sui marciapiedi in quanto possono rappresentare un serio pericolo”.

J.B.