Io non rischio, per promuovere una cultura della prevenzione

Il 15 ottobre, in contemporanea con altre città italiane, anche il Gruppo Comunale Volontari Protezione Civile di Carpi partecipa alla campagna Io non rischio. Per scoprire cosa ciascuno di noi può fare per ridurre il rischio terremoto, maremoto e alluvione, l’appuntamento è in Piazza Martiri, 27.

0
470

Il 15 ottobre, in contemporanea con altre città italiane, anche il Gruppo Comunale Volontari Protezione Civile di Carpi partecipa alla campagna Io non rischio. Per scoprire cosa ciascuno di noi può fare per ridurre il rischio terremoto, maremoto e alluvione, l’appuntamento è in Piazza Martiri, 27. Oltre al punto informativo, i volontari invitano i carpigiani a un appuntamento speciale: giochi didattici per bimbi incentrati sui rischi terremoto e alluvione e alla consultazione di una piazza digitale sul canale social Facebook alla pagina Io non rischio Carpi (#iononrischio2022) all’indirizzo https://www.facebook.com/profile.php?id=100075805398375

Un giorno che ha l’obiettivo di diffondere la cultura della prevenzione e la conoscenza delle buone pratiche di protezione civile accrescendo al contempo la consapevolezza dei rischi naturali presenti sul nostro territorio. Fondamentale per la Campagna è il ruolo attivo dei cittadini che potranno informarsi e confrontarsi nelle piazze, fisiche e digitali, con l’ausilio di contenuti interattivi e dirette streaming sui social media. Una importante occasione per fornire spunti e approfondimenti sui rischi e sui comportamenti utili da adottare per proteggere se stessi e l’ambiente in cui si vive.