La ciclopedonale di via Marx più sicura ed ecologica

Nuova pavimentazione per la pista ciclopedonale di via Marx, eliminazione delle barriere architettoniche in alcuni attraversamenti pedonali, ripristino di tratti di palladiana nei marciapiedi e di asfalto stradale, anche nelle laterali via  Barzelli e Nitti: è il cantiere in corso in una delle vie più lunghe di Carpi, via Carlo Marx appunto. I lavori, iniziati il 16 agosto, dovrebbero concludersi entro ottobre.

0
424

Nuova pavimentazione per la pista ciclopedonale di via Marx, eliminazione delle barriere architettoniche in alcuni attraversamenti pedonali, ripristino di tratti di palladiana nei marciapiedi e di asfalto stradale, anche nelle laterali via  Barzelli e Nitti: è il cantiere in corso in una delle vie più lunghe di Carpi, via Carlo Marx appunto. Un cantiere iniziato nei giorni di Ferragosto per ridurre al minimo i disagi per gli utenti, come è stato scelto di fare con altri interventi di asfaltatura svolti in queste settimane estive.

Due gli obiettivi del progetto, il costo complessivo è di 210mila euro: migliorare la sicurezza ripristinando tratti di strade o marciapiedi degradati, e abbattere alcune barriere architettoniche presenti in qualche attraversamento pedonale.

Per quanto riguarda il manto della pista, l’intervento si presenta particolarmente innovativo: gli attuali autobloccanti in vari tratti vengono sostituiti con una pavimentazione sperimentale in calcestruzzo drenante, in grado di drenare fino a 250 litri di pioggia per metro quadrato; un materiale quindi che migliora drasticamente l’impatto ambientale riducendo molto l’impermeabilizzazione del suolo, oltre a essere “atermico”: cioè non accumula e non propaga calore, evitando ondate e isole di calore e favorendo così il mantenimento del microclima.

I lavori, iniziati il 16 agosto, dovrebbero concludersi entro ottobre.