“A Carpi anziché piantare alberi, si seminano colori e odori”

Una lettrice ci scrive per sensibilizzare Amministrazione e cittadinanza sull’importanza del verde in città. “E’ chiaro - scrive che l’intento dell’amministrazione comunale è quello di non spendere un soldo per la manutenzione del verde. Di questi tempi non è una politica vincente”.

0
1528

E giù un’altra pianta, che non fa rumore quando viene abbattuta.

Mi viene il sospetto che forse gli amministratori di Carpi soffrono di allergie alle piante. Ecco perchè continuano gli abbattimenti. 

E di conseguenza hanno a cuore la salute dei cittadini, troppi alberi possono provocare allergie di vario tipo.

Ecco spiegato perchè piantano alberelli in campagna, in zone fuori dai centri abitati. 

Ecco spiegato perchè non vengono mai sostituiti gli alberi abbattuti in città.

Ecco spiegato perchè non ne vogliono sapere di piantare alberi nel “parco” della Cappuccina nonostante il loro bando pindarico sia inattuabile. 

Quanti soldi dovranno essere spesi oltre le previsioni per riuscire ad attuare questa rievocazione del paesaggio agrario – ma signori amministratori, non siete mai usciti da Carpi? non vi siete mai accorti che la città è al centro di una sterminata pianura con una infinità di coltivazioni agricole di ogni tipo?

Basterebbe un giro in bicicletta per rendersi conto di persona che diventa difficile ricucire la lavanda con i “pisalèet” (tarassaco).

Cambiare idea a favore della salute dei cittadini, tralasciando la coreografia e agendo sul pratico, è segno di intelligenza, di versatilità e di apertura mentale.

55.000 mila metri quadri di totale, 14.000 a parco tradizionale (!) e i rimanenti 41.000 a manto erboso.

Cito da TempoNews: “Le semenze degli spazi rievocativi del paesaggio agrario non sono sopravvissute e le piante infestanti hanno preso possesso della zona a vocazione agricola in cui il progetto prevedeva partizioni precise di prati colorati di giallo e viola”. 

E’ stato lanciato un bando internazionale per avere un progetto fuori dal tempo – non è da oggi che c’è aumento della temperatura, siccità e inquinamento atmosferico.

E a Carpi, per distinguersi, invece di piantare alberi seminano colori e odori.

In campagna elettorale invece gli alberi si moltiplicano – c’è un candidato che promette 1 milione di alberi in Italia, che stanno come i 35 alberi nel parco della Cappuccina Carpi (!) nemmeno si notano.

41.000 metri quadri di “parterre di campi” aiutano l’ambiente?

E’ chiaro che l’intento dell’amministrazione comunale è quello di non spendere un soldo per la manutenzione del verde.

Di questi tempi non è una politica vincente.

Aurelia