Sicam di Correggio: i lavoratori in presidio

La Fiom: "l'azienda rispetti gli accordi sull'anticipo degli ammortizzatori sociali"

0
805

Si è tenuta oggi un’assemblea in sciopero decisa dalla Fiom e dalle Rsu della Sicam e Werther International di Correggio.
Una mobilitazione, che ha coinvolto circa 150 dipendenti in tutto, decisa a causa del mancato anticipo salariale, da parte aziendale, del Contratto di solidarietà in essere. Cioè della quota di competenza Inps che secondo l’accordo di solidarietà sottoscritto a seguito della richiesta di concordato dello scorso maggio va anticipata dall’azienda.

“Le lavoratrici e i lavoratori, le loro famiglie, sono allo stremo, senza il rispetto di quanto pattuito si rischia una pericolosa deriva sociale – sottolinea Davide Franco della Fiom di Reggio Emilia – Sappiamo che la priorità in una procedura di concordato è quella della continuità aziendale, ma come sindacato sentiamo la responsabilità sociale e di tutela delle persone che per vivere lavorano percependo un salario”.
“Chiediamo un nuovo incontro urgente al neo eletto Consiglio di amministrazione per avere risposte chiare e concrete – prosegue Franco – non è ammissibile che il prossimo 10 luglio in busta paga non sia inserita l’anticipo concordata. Un anticipo che permette alle persone di fronteggiare le prime necessità economiche. In caso di mancata risposta decideremo quali iniziative mettere in campo – conclude la Fiom -. Ringraziamo le Istituzioni che questa mattina si sono relazionate con l’assemblea delle lavoratici e dei lavoratori.”