Boccaletti (FdI) interroga la Giunta sui conigli in libertà nella rotonda del Borgogioioso

“I numerosi coniglietti – ha sottolineato Federica Boccaletti, consigliere comunale di Fratelli d’Italia – presenti nella rotonda particolarmente trafficata tra via Nuova Ponente e via dell’Industria sono animaletti da tutelare"

0
1576

La seduta del Consiglio Comunale di martedì 28 giugno si è aperta con il question time e l’interrogazione del gruppo consiliare Fratelli d’Italia (FdI) relativa ai conigli in libertà nella rotonda del Borgogioioso.

“I numerosi coniglietti – ha sottolineato Federica Boccaletti, consigliere comunale di Fratelli d’Italia – presenti nella rotonda particolarmente trafficata tra via Nuova Ponente e via dell’Industria sono animaletti da tutelare. C’è un problema di sicurezza per gli animali ma anche per gli utenti della strada. L’associazione delle guardie ecozoofile Oipa Modena ha dichiarato di aver presentato un progetto per risolvere la problematica: corrisponde al vero? Perché l’amministrazione non ha affrontato la questione dei coniglietti?”.

“La situazione è nota perché nel 2017  furono abbandonati i primi conigli – ha dichiarato l’assessore Riccardo Righi – e riguarda anche altri siti a Fossoli e Santa Croce. Stiamo monitorando il contesto per arrivare a una soluzione. Non è prevista per legge la presa in carico come avviene per cani e gatti abbandonati e comunque comporterebbe un onere a carico del Comune la realizzazione di un’oasi, l’alimentazione degli animali e la loro sterilizzazione. I report sugli incidenti stradali non riportano casi di sinistri provocati dai conigli: nel 2018 ci sono stati due incidenti e hanno coinvolto un cane all’incrocio tra la tangenziale e via Peruzzi e un gatto sulla 468 Statale Motta; nel 2019 in via Canalvecchio in un incidente stradale è stato coinvolto un cane; nel 2020 sulla Romana sud è stato coinvolto un cerbiatto; nel 2021 in via dell’Industria un capriolo; nel 2022 in via Ciro Menotti un cane. Ad oggi non sono stati segnalati rischi per gli utenti della strada in relazione alla presenza dei conigli”.

L’amministrazione “sta valutando tre strade – conclude Righi – la realizzazione di un recinto per il contenimento dei conigli da affidare a famiglie che si rendano disponibili ad adottarli; la cattura e il trasferimento altrove in oasi; la valutazione dell’estensione dei servizi per cani e gatti anche ai conigli. L’incontro con Oipa c’è stato e la collaborazione è proficua”.