I pittori carpigiani Tea Campedelli e Gianpaolo Sabbadini premiati al concorso nazionale Giulietto Accordi

Gianpaolo Sabbadini e Tea Campedelli sono stati insigniti rispettivamente del secondo e terzo premio di pittura all'undicesima edizione del Premio Nazionale di pittura, scultura e ceramica artistica Giulietto Accordi indetto dal Comune di Sanguinetto

0
903
Tea Campedelli

Domenica 5 giugno si è tenuta la Cerimonia di premiazione dell’XI Premio Giulietto Accordi, rassegna nazionale di pittura, scultura e ceramica artistica che si svolge nel comune di Sanguinetto, in provincia di Verona, alla presenza delle autorità locali. Tra gli artisti premiati, quest’anno, ci sono anche due pittori carpigiani entrambi al proprio debutto in questo concorso: Gianpaolo Sabbadini ha ricevuto il Secondo Premio Pittura con l’opera Lo svago del pescatore, e Tea Campedelli il Terzo Premio Pittura con l’opera Tra le righe.

Un pescatore che gioca a flipper sulla barca inclinata in mezzo a una tempesta è questo il tema surreale ritratto da Sabbadini nella sua opera olio su tela.

Gianpaolo Sabbadini

Mentre Campedelli ha dipinto una natura morta su telo di juta incollata su una tavola di compensato con tecnica mista olio e acrilico.

Entrambe le opere hanno colpito la giuria per la loro esecuzione e i soggetti raffigurati. In particolare hanno conquistato l’originalità e incongruenza dell’opera di Gianpaolo Sabbadini, e la particolarità della natura morta con lirici tocchi di luce di Tea Campedelli. Quella di domenica 5 giugno, che ha visto premiati ben due artisti carpigiani, è stata una giornata all’insegna dell’arte con 110 artisti di tutte le età, provenienti da varie regioni italiane. Un evento in cui si è potuto toccare con mano la grande originalità, artigianalità e creatività che contraddistinguono il popolo italiano in tutto il mondo. 

Chiara Sorrentino