FotoCarpi22: 250 scatti per raccontare Ambiente, Clima e Futuro

La mostra del Gruppo Fotografico Grandangolo torna in presenza dopo due anni, dall’11 al 26 giugno presso la Sala dei Cervi di Palazzo Pio.

0
242
Danilo Baraldi e Davide Dalle Ave

22 autori (tra cui un collettivo scolastico, un autore del Circolo SkyLight di Carpi e uno del Colibrì di Modena) per 23 progetti, per un totale di oltre 250 foto: questi i numeri di FotoCarpi22, la mostra promossa dall’11 al 26 giugno a Carpi, presso la Sala dei Cervi di Palazzo Pio, dal Gruppo Fotografico Grandangolo. Quantomai attuale il tema di questa nuova edizione, che torna in presenza dopo due anni: Ambiente, Clima, Futuro. La mostra è l’esito di un lavoro portato avanti nel corso dell’intero anno, il risultato di una ricerca, sia collettivo, del Gruppo Grandangolo nel suo complesso, che personale, dei singoli autori dei progetti, coordinati e indirizzati dai coordinatori Gabriele Bartoli, Renza Grossi, Stefania Lasagni e Massimo Mazzoli, i quali hanno offerto il proprio contributo per un’opportuna messa a fuoco dei temi e delle modalità scelti dai fotografi.

“Tutti potranno immaginare la gioia e l’importanza del ritorno in presenza dopo due anni di incontri online e cataloghi, e a maggior ragione per un medium come quello fotografico, che vive della visione diretta degli scatti da parte del pubblico. Incontrare gli spettatori che verranno alla mostra – commenta il presidente del Gruppo Fotografico Grandangolo, Danilo Baraldi  e farlo con un numero di autori e progetti cresciuto rispetto allo scorso anno, è per noi la ricompensa migliore per l’impegno dedicato all’amore per la fotografia. C’è voglia di ritrovarsi, stare insieme, condividere passioni e punti di vista: farlo attraverso gli scatti di FotoCarpi22 è per noi il modo migliore che potremmo immaginare”.

Nei 23 progetti il pubblico della mostra potrà apprezzare una proposta multiforme e complessa, dove lavori di tipo più classicamente documentario si affiancano a opere che scaturiscono da un impulso personale, a progetti che partono dalla realtà oggettiva per aprire orizzonti onirici, sino a opere capaci di innescare una profonda riflessione sulle trasformazioni a cui questa epoca accenna o innesca, o anche scatti che tentano di offrire nuovi orizzonti o punti di vista su una realtà che spesso ci appare monolitica.

L’iniziativa è realizzata con il patrocinio del Comune di Carpi e grazie al contributo della Fondazione CR Carpi.

Gli autori partecipanti sono Gabriella Ascari, Danilo Baraldi, Maurizio Bergianti, Lucia Castelli, Luca Cavazzuti, Liceo Scientifico Manfredo Fanti, Rosy Fezzardi, Giorgio Grazi, Elena Italiani, Fabio Bertani, Giuseppe Lauria, Maurizio Ligabue, Renza Grossi, Luca Malavasi, Monica Manghi, Claudio Montali, Alessandra Petocchi, Luciana Poltronieri, Roberta Quartieri, Francesco Romano, Raffaella Rota e Rosaria Valentini.