Silvia Torricelli grande protagonista alla 100 km del Passatore

Quattro i carpigiani che quest'anno hanno deciso di affrontare la 100 km del Passatore: oltre a Silvia Torricelli con al suo fianco l'inseparabile papà Werther, gli ultramaratoneti Luca Carnevali e Giancarlo Peracchia.

0
1476

La 100 Km del Passatore ha il suo nuovo re, il britannico Lee Grantham che ha vinto la gara con il tempo di 7:03:28 ma grandi protagonisti sono stati anche i maratoneti carpigiani con un’immensa Silvia Torricelli che, tagliando il traguardo in 9:44:54, si piazza all’ottavo posto della classifica femminile e 57esima in classifica generale. “Nove mesi di allenamenti, Ramadan infiniti e un piccolo sassolino tolto. Un ringraziamento speciale per la pazienza a @andreamister69 per avermi seguita e averci preso pure un po’ sotto… ma solo alla fine”.

Dopo due anni di stop a causa dell’emergenza sanitaria covid19 sabato 21 maggio sono partiti da Firenze 3.300 ultramaratoneti con destinazione Faenza per la 48esima edizione della famosissima gara. La preparazione per partecipare è molto lunga: gli atleti iniziano anche un anno prima partendo con brevi distanze per poi arrivare a fare 50 km come ultimo allenamento. La gara in media può durare dalle 7 ore alle 15 ore, dipende dalla forma fisica e dalle proprie aspettative.

Quattro carpigiani quest’anno hanno deciso di affrontare la 100 km del Passatore: Silvia Torricelli con al suo fianco l’inseparabile papà Werther Torricelli, 66 anni che ha chiuso la gara in 13:27:54, Luca Carnevali alla sua terza partecipazione (13:27:53) e Giancarlo Peracchia (12:39:00). Carnevali e Peracchia chiudono così il trittico di gare formato dalla maratona di Russi, 50km di Romagna e i 100km del Passatore e, con i km percorsi, entrambi hanno partecipato alla raccolta fondi promossa dal Rotary Club Carpi a favore della Fondazione End Polio Now per l’acquisto dei vaccini per la Polio per i bambini ucraini.

Nino Squatrito