Puliamo Cibeno!

Un pomeriggio all'insegna della cura dell'ambiente con Puliamo Cibeno!, l'iniziativa organizzata dagli educatori della Parrocchia Sant'Agata di Cibeno per coinvolgere le famiglie nella pulizia del quartiere. “L'invito è rivolto ai bambini dalla scuola d'infanzia in poi, accompagnati da un adulto e ai ragazzi delle medie e superiori. Anche i genitori possono partecipare”.

0
723

Sabato 23 aprile, presso la Parrocchia Sant’Agata di Cibeno, dalle 15 è fissato il ritrovo per l’iniziativa Puliamo Cibeno! I partecipanti saranno suddivisi in gruppi e riceveranno il materiale per raccogliere la spazzatura. Alle ore 15,15 è prevista la partenza per i luoghi del quartiere designati. Alle ore 17,00 è fissato il ritorno in Parrocchia, a cui seguirà alle 17,15 la preghiera tutti insieme per il creato e alle ore 17,30 la merenda plastic free. Tra gli ideatori e organizzatori c’è l’educatrice della Parrocchia Alice Seidenari.

Alice, come è nata l’idea di questa iniziativa?

È nata dal desiderio di far tornare a riflettere la comunità della Parrocchia e del quartiere sull’importanza della cura del creato. Prima della pandemia e delle conseguenti restrizioni, organizzavamo verso ottobre la Festa del Creato, che era un momento bello in cui affrontavamo varie tematiche sull’ambiente.Quest’anno noi educatori e catechisti della Parrocchia abbiamo pensato di creare questa nuova iniziativa per coinvolgere attivamente non solo i bambini e i ragazzi ma anche le loro famiglie”.

Quanti si sono iscritti finora?

“Al momento abbiamo una settantina di iscritti tra famiglie che hanno deciso di partecipare e bambini. Prendiamo bambini dalla scuola dell’infanzia accompagnati dai genitori, e ragazzi fino alle superiori. Il quartiere sarà suddiviso in zone e i partecipanti in piccoli gruppi. I gruppi saranno composti da 5/6 bambini e almeno un adulto che puliranno le zone più vicine alla Parrocchia, mentre i ragazzi delle superiori potranno spostarsi in bici per raggiungere le zone più lontane. È un’iniziativa che abbiamo organizzato chiedendo supporto a Plogging for Carpi e in particolare a Giuliana che ci farà da intermediaria con Aimag per il recupero dei materiali raccolti”.

È la prima volta che organizzate questa iniziativa? Pensate di riproporla anche in futuro?

“Sì, è la prima volta che la proponiamo ma se piacerà la riproporremo anche in futuro. Abbiamo scelto il 23 aprile come data perché il 22 aprile è la Giornata Mondiale della Terra, e vorremmo celebrarla prendendoci cura insieme del nostro quartiere, delle nostre strade, dei nostri parchi. Per noi è stato importante coinvolgere anche i genitori perché molto spesso si delegano solo ai bambini e ai ragazzi i discorsi sul creato e la sua tutela, ma è importante che tutta la famiglia nella sua interezza se ne faccia carico e pensi al futuro dell’ambiente, alla Casa che ci ospita e di cui dobbiamo avere attenzione e riguardo, cercando di rimediare anche agli errori degli altri”. Iscrizione obbligatoria tramite messaggio su Whatsapp al numero: 3930499273 (Alice).

Chiara Sorrentino