Modenantiquaria al via: da 35 anni la bellezza ha un cuore antico

Dal 26 marzo al 3 aprile si rinnova l'appuntamento la manifestazione internazionale di alto antiquariato che inaugura la sua 35esima edizione a ModenaFiere. Affiancano e completano Modenatiquaria il salone Petra, da sempre dedicato alle antichità per esterni e quest'anno completamente rinnovato, e la nuova area Sculptura, con i capolavori Italiani dal XIII al XX secolo. 150 le gallerie presenti, dall'Italia e dall'estero, "una cornice dove cultura, passione e affari si muovono bene, insieme" secondo il presidente di ModenaFiere Alfonso Panzani.

0
246

La bellezza non ha età, si dice. Ma tante volte gli anni e i secoli contribuiscono a creare bellezza. Modenantiquaria è la più longeva e visitata manifestazione internazionale dedicata all’Alto Antiquariato in Italia e dal 26 marzo al 3 aprile rinnova l’appuntamento per la 35esima edizione agli esperti del settore, designer e a tutti gli amanti dell’arte.

“La gente, soprattutto nel mondo dell’arte, sente il bisogno di tornare agli eventi fisici in fiera. Sicuramente il digitale è servito per informare e per mantenere il contatto con il pubblico, ma il collezionista ha bisogno di innamorarsi dell’opera dal vivo. Per questo siamo pronti ad accogliervi e proiettarvi nel mondo dell’alto Antiquariato  – afferma il presidente di ModenaFiere, Alfonso Panzani – grazie a un’edizione di vera eccellenza, con i maggiori esponenti del settore e opere d’arte d’eccezione e in piena sicurezza. Modenantiquaria è una cornice dove cultura, passione e affari si muovono bene, insieme. Per una Mostra di livello come Modenantiquaria è fondamentale la certezza della certificazione degli oggetti esposti, per dare tutta la tranquillità possibile ai clienti e collezionisti. Ecco perché oltre alle garanzie che già danno gli espositori selezionatissimi, abbiamo voluto un vetting di storici dell’arte accreditati a livello internazionale che esaminano tutti gli oggetti esposti prima dell’apertura della mostra. Abbiamo circa 150 gallerie, un centinaio solo per Modenantiquaria, e una cinquantina per le altre due rassegne” conclude Panzani.

In contemporanea a Modenantiquaria ritorna anche Petra, completamente rinnovato: il rinomato Salone dedicato agli arredi da giardino cambia volto, con 2.800 metri quadrati di verde e proposte per gli spazi esterni di città o di mare, campagna o montagna, orizzontali o verticali, piccoli o enormi. Debutta poi un concorso firmato Biohabitat e AIAPP e chiamato i Giardini di Petra: 10 giardini selezionati in cui l’opera d’arte sarà un tutt’uno con la natura rendendo l’uomo parte integrante del percorso.

 Novità assoluta della XXX edizione di Modenantiququaria è il progetto Sculptura. Capolavori Italiani dal XIII al XX secolo, una sezione interamente dedicata all’arte scultorea d’eccellenza a cura di Fernando Mazzocca, Aldo Galli e Andrea Bacchi.

Una curiosità: Modenantiquaria per due giorni ospita gli esperti del programma in onda sul Nove Cash or Trash. Chi offre di più, dedicato al mondo degli appassionati di oggetti incredibili e curiosi, dove tutto può essere venduto e comprato. I mercanti protagonisti di Cash or Trash saranno in fiera sabato 26 e domenica 27 marzo dalle 15 alle 17: i visitatori potranno chiedere loro pareri su oggetti che vorrebbero far valutare, presentandosi con foto e informazioni relative. Sugli schermi presenti presso lo stand sarà inoltre trasmessa in anteprima la prima puntata della nuova stagione della trasmissione, in onda sul Nove dal 4 aprile alle 19.15.

ORARI  dal lunedì al mercoledì dalle 15 alle 19, dal giovedì alla domenica dalle 11 alle 19. Sabato 26 marzo e sabato 2 aprile dalle 11 alle 20.

Biglietto intero: euro 15

Biglietto ridotto: euro 12

E’ possibile acquistare online sul sito il biglietto al prezzo ridotto di 12 € (più 0,48 € di prevendita).

Infoline: ModenaFiere, tel. 059 848380 www.modenantiquaria.it