Più di mille bambini cantano la Pace

GUARDA IL VIDEO Oggi alle 10.30 al Parco Pertini di via Bollitora i bambini della scuola d’infanzia Agorà insieme agli alunni delle primaria Pertini e Colonnello Lugli di Santa Croce hanno cantato muovendosi al ritmo del blues così come due sezioni della scuola d’infanzia Andersen insieme ai bambini delle primarie Rodari e Leonardo Da Vinci al Parco delle Nazioni e, contemporaneamente, hanno cantato e ballato le medesime coreografie i piccoli della scuola d’infanzia Pascoli.

0
1075

Basta con la guerra

Basta col dolore

Basta con le armi

Qui ci vuole amore

Basta con le bombe

Basta con le lacrime

Queste guerre stupide

Qui ci vuole amore…

 

In più di mille hanno intonato Pace e il loro canto è risuonato in città. Sono le 10.30 di mercoledì 23 marzo e al Parco Pertini di via Bollitora i bambini della scuola d’infanzia Agorà insieme agli alunni delle primaria Pertini e Colonnello Lugli di Santa Croce cantano e si muovono al ritmo del blues così come stanno facendo due sezioni della scuola d’infanzia Andersen insieme ai bambini delle primarie Rodari e Leonardo Da Vinci al Parco delle Nazioni e, contemporaneamente, cantano e ballano le medesime coreografie i piccoli della scuola d’infanzia Pascoli. Al Parco Pertini hanno presenziato le autorità: il sindaco Alberto Bellelli e il dirigente scolastico Chiara Penso.

Il progetto del Comprensivo Carpi 2 ha preso forma in poche settimane grazie alla collaborazione tra gli insegnanti che hanno potuto contare sull’esperienza di Riccardo Landini, docente di musica e di propedeutica musicale nelle scuole d’infanzia, primarie e al Musiké di Carpi. Pace è sul suo canale You Tube Richi di Musica  (https://youtu.be/bJS3gOk9sYg) ed è piaciuta subito ai bambini che si sono allenati per due settimane imparando parole e coreografie: il risultato è stato un successo!

Pace, solidarietà e condivisione sono valori propri della scuola ma è il lavoro di relazione a rendere significativa l’esperienza per un bambino a partire proprio dal superamento dei conflitti nel contesto in cui vive ma anche oltre fino a quelli ambientali e umanitari.

Per arrivare all’appuntamento, le scuole hanno scelto di percorrere la strada a piedi per sensibilizzare i bambini: nonostante il cammino sia stato lungo e faticoso, “quello che hanno fatto i nostri bambini è solo un piccolo sforzo rispetto alla fatica dei loro coetanei in fuga dalla guerra con le loro famiglie per cercare la salvezza” spiegano gli insegnanti. Tutti gli alunni hanno raggiunto il parco camminando: anche quelli della primaria Colonnello Lugli hanno fatto il tragitto di andata e di ritorno a Santa Croce a piedi. L’intento è stato quello di evidenziare la voglia di stare insieme nella convinzione che l’educazione alla pace parta dagli anni dell’infanzia e si inizi proprio tra i banchi di scuola. “Prego i cari bambini, che possono tutto, di unirsi a me per la costruzione della pace negli uomini e nel mondo” (Maria Montessori).

Sara Gelli