Il Giro Donne 2022 fa tappa a Carpi

Il 5 luglio partenza da Piazza Martiri. La quinta tappa (lunghezza 123 km) si concluderà a Reggio Emilia.

0
505
Edizione 2021

Partirà da Piazza Martiri il 5 luglio la quinta tappa del Giro Donne 2022 la cui 33esima edizione è stata presentata questa mattina alla Reggia di Colorno dal direttore della corsa Roberto Ruini.

Carpi si conferma quindi al centro della scena ciclistica internazionale che vedrà la città dei Pio protagonista anche nel panorama maschile con la partenza il prossimo 1 ottobre, sempre da piazza Martiri, del 105°Giro dell’Emilia senza dimenticare il passaggio del Giro d’Italia maschile il prossimo 18 maggio con la carovana rosa in transito dal territorio comunale in occasione della tappa Santarcangelo-Reggio Emilia.

E proprio Reggio Emilia sarà la destinazione delle 144 atlete provenienti da tutto il mondo che il 5 luglio prenderanno il via da Carpi. Una tappa in linea di 123 chilometri che toccherà anche Campogalliano per poi concludersi nel reggiano tra San Martino in Rio, Correggio, Poviglio, Bibbiano, Montecavolo, Albinea e Reggio.

“Il Giro Donne 2022 è un evento di primaria importanza non solo per il ciclismo inteso come sport, ma anche per la promozione della bicicletta come mezzo di spostamento ecosostenibile, che ci permette spostamenti senza immettere inquinanti in atmosfera – commenta l’assessore comunale allo Sport Andrea Artioli – Sul territorio dell’Unione abbiamo importanti realtà ciclistiche sportive dilettantistiche, con oltre un centinaio di giovani atleti, compresa una squadra femminile che conta una quindicina di elementi. Per tutti loro quella del 5 luglio sarà sicuramente una giornata speciale da vivere al fianco di grandi campionesse, ma in generale per tutti i carpigiani sarà l’occasione dir vivere una giornata di sport ad altissimo livello”.

Il Giro Donne è stato inserito proprio da questa edizione nel calendario ufficiale del World Tour, il che garantirà la partecipazione delle migliori cicliste tra cui la campionessa mondiale in carica, l’italiana Elisa Balsamo. Per Carpi l’opportunità di una “vetrina” internazionale garantita dalla copertura televisiva di Rai e Discovery/Eurosport che rimbalzerà in tutto il mondo le immagini del territorio.