Boom di iscrizioni alle superiori, resta il problema degli spazi

All'Iti Da Vinci restano fuori una decina di studenti, il Fanti ha esaurito le lettere dell'alfabeto per le ventuno nuove classi prime, aumentano gli iscritti anche al Vallauri e al Meucci.

0
1546

Crescono gli iscritti alle prime classi delle scuole superiori di Carpi: un aumento atteso in considerazione dei nati nel 2008, uno degli ultimi anni in cui si registra un consistente numero di nati; il prossimo sarà il 2010, dopodiché non si porrà più negli stessi termini il problema del sovraffollamento e della conseguente carenza di spazi di cui oggi soffrono il Liceo Fanti e l’Iti Da Vinci.

“All’Iti Da Vinci abbiamo potuto accogliere 257 (erano 233 l’anno scorso) delle 268 domande presentate – commenta il preside Marcello Miselli – e continua l’interlocuzione con Comune di Carpi e Provincia di Modena per la ricerca di spazi idonei. I numeri consentono di istituire undici classi prime nel prossimo anno scolastico: l’indirizzo di informatica resta il più gettonato, seguito da meccanica, elettronica e chimica (indirizzo in cui non è possibile istituire più di una sezione per i laboratori previsti). Sono naturalmente soddisfatto ma resta il rammarico per la scarsa presenza femminile, intorno al 15/20%, all’interno del Da Vinci e colgo l’occasione per lanciare un appello alle ragazze sfatando i luoghi comuni: l’Istituto Tecnico Industriale rappresenta una grande opportunità per le ragazze che sono portate per le materie scientifiche e vogliono intraprendere un percorso universitario o garantirsi un lavoro perché particolarmente apprezzate dalle imprese. Sarà il tema dei prossimi anni e punteremo molto sull’orientamento per incrementare la presenza femminile”.

Al Liceo Fanti hanno esaurito le lettere dell’alfabeto: saranno 21 le sezioni di classe prima il prossimo anno scolastico per rispondere alle 505 nuove iscrizioni (erano 430 l’anno scorso). “Siamo al lavoro per trovare soluzioni perché i lavori della nuova ala in cui saranno ricavate nuove aule per il Fanti e per il Da Vinci partiranno quest’estate. Quest’anno sono stati gli indirizzi di Scienze Applicate e di Scienze Umane a registrare il maggior numero di iscritti anche se complessivamente l’offerta formativa del Liceo Fanti ha attirato tanti nuovi studenti. Questo non può che farci piacere, si vedrà poi quanti reggeranno” commenta la dirigente scolastica Alda Barbi.

Aumentano anche le iscrizioni all’Istituto Professionale Vallauri. “Al momento sono 135 gli iscritti (123 lo scorso anno) ma continuiamo ancora a registrare ingressi. Vorrei ringraziare gli insegnanti e gli studenti che si sono impegnati nel lavoro di orientamento in ingresso al nostro Istituto – aggiunge il preside Vincenzo Cardarella – per il loro lavoro encomiabile in un periodo pandemico non certo semplice. Quello raggiunto dalla nostra scuola è un risultato importante e la conferma della nostra mission: l’offerta formativa si è arricchita con la proposta del corso post diploma di Istruzione e Formazione Tecnico Superiore (IFTS) nel settore Moda per diventare Tecnico superiore di processo e prodotto del sistema moda 4.0, oltre all’ ITS, il corso biennale professionalizzante con il rilascio di diploma”.

“Le iscrizioni (221) sono in linea con gli anni precedenti – afferma Luigi Vaccari, dirigente scolastico all’ Istituto superiore Meucci – e sarà confermato il numero di classi prime: 147 i nuovi iscritti all’indirizzo Tecnico Economico e 74 a Servizi Commerciali. La nuova sede ci consente di accogliere tutti gli studenti. Intercettando le esigenze del mondo del lavoro sono stati attivati percorsi di approfondimento di temi green come la sostenibilità, la transizione ecologica, il green marketing nell’ambito dell’indirizzo Tecnico Economico, mentre ai Servizi Commerciali sono materia di studio le competenze nei social media”.

Sara Gelli