Il Fanti internazionale ospita la sfida sui lavori del futuro

Al lavoro, insieme agli studenti di Olanda, Spagna, Romania e Germania, i coetanei dei licei di Carpi, Cuneo, Riccione e Ostiglia. La tre giorni, da lunedì 7 a mercoledì 9 febbraio, è stata particolarmente intensa, con ritmi di lavoro serrati, interamente in lingua inglese.

0
859

Respirare aria internazionale è un’esigenza profonda per i ragazzi e potersi incontrare e confrontare nuovamente in presenza è stato motivo di grande entusiasmo. La possibilità è stata loro offerta nell’ambito del progetto Looking 4ward ideato dal Liceo Fanti di Carpi e inserito nel Piano Nazionale Scuola Digitale del Ministero dell’Istruzione. La tre giorni, da lunedì 7 a mercoledì 9 febbraio, è stata particolarmente intensa, con ritmi di lavoro serrati, interamente in lingua inglese.

Hanno partecipato otto delegazioni (in parte in presenza e in parte online) che si sono sfidate sui lavori del futuro e sulle competenze necessarie per affrontarli: al lavoro, insieme agli studenti di Olanda, Spagna, Romania e Germania, i coetanei dei licei di Carpi, Cuneo, Riccione e Ostiglia.

I cinquanta studenti sono stati impegnati in collegamenti, lavori di gruppo e visite a realtà del territorio da cui poter trarre ispirazione: la Hipert srl di Modena per scoprire le auto a guida autonoma, la Fondazione Golinelli e il Future Food Institute a Bologna.

La fase finale, mercoledì 9 febbraio, si è aperta con la sessione di public speaking in cui i singoli interventi hanno affrontato da diversi punti di vista il tema della gender equality, la parità di genere sui luoghi di lavoro e si è conclusa con l’hackathon, la competizione tra studenti per costruire un’idea, gestito dagli studenti del gruppo Wayouther.

Accogliere nuovamente studenti stranieri è stata una sfida ma, grazie al lavoro della dirigente scolastica Barbi e dei docenti che hanno collaborato con lei, l’esperienza si può ripetere, dopo un lungo periodo in cui la pandemia ha congelato i movimenti, limitando gli orizzonti dei ragazzi.