Emergenza-Urgenza, va in pensione il dottor Stefano Toscani

Dal terremoto che ha colpito l’Area Nord nel 2012 alla pandemia da Covid-19, passando per l’alluvione del 2020 e il coordinamento del piano di emergenza di Modena Park, il concerto-evento di Vasco Rossi che ha richiamato in città oltre 220mila persone: dopo 32 anni trascorsi in Azienda Usl, il Direttore del Dipartimento Interaziendale di Emergenza-Urgenza lascia il servizio.

0
427
dottor Stefano Toscani

Ultimo giorno di lavoro, venerdì 31 dicembre, per il dottor Stefano Toscani, Direttore del Dipartimento Interaziendale di Emergenza-Urgenza e dell’Unità operativa di Pronto Soccorso dell’Ospedale Santa Maria Bianca di Mirandola. 

Con 32 anni di servizio presso l’Azienda Usl di Modena alle spalle, Toscani ha raggiunto i termini per il pensionamento: alla direzione del PS di Mirandola e del Dipartimento ha gestito le maxi-emergenze dell’ultimo decennio, dal terremoto del 2012 che ha colpito l’Area Nord modenese, durante il quale è stato nominato Referente medico per la Protezione civile, alla pandemia per Covid-19 in atto, passando per l’alluvione del 2020 e il complesso e straordinario coordinamento del piano di emergenza di Modena Park, il concerto-evento di Vasco Rossi che nel luglio del 2017 ha richiamato in città oltre 220mila persone. 

Proprio nel 2017 Toscani ottiene l’incarico alla Direzione del Dipartimento interaziendale di Emergenza-Urgenza, con un obiettivo sfidante, quello di integrare le diverse anime che compongono il settore, dal Servizio di Emergenza Territoriale – 118 alla rete dei Pronto Soccorso, creando unione d’intenti e coesione. Nell’arco dei cinque anni di incarico lavora al potenziamento della rete provinciale del soccorso, instaurando un rapporto di grande collaborazione con le associazioni di volontariato impegnate nell’ambito. Tanti i progetti e gli interventi innovativi realizzati, sempre in sinergia con il Dipartimento di Emergenza della Regione Emilia-Romagna, tra cui il miglioramento dell’accesso ai Pronto Soccorso e i nuovi codici colore introdotti nell’agosto scorso, la realizzazione di una rete capillare di piazzole per l’atterraggio dell’elisoccorso in tutta la provincia, e la realizzazione della centrale COSMO per la gestione dei trasporti secondari; infine, ma non ultima per importanza, la costante ricerca di collaborazione con la medicina territoriale, perseguendo modelli di cooperazione fra la rete dei Pronto Soccorso e il medico di medicina generale.

“Stefano Toscani incarna per vocazione, competenze e professionalità la natura di un’azienda sanitaria territoriale – è il saluto della Direzione Generale dell’Ausl di Modena –, grazie alla sua attenzione al territorio, alla grande disponibilità sempre accordata e al contempo l’esperienza portata a vantaggio dell’assistenza ospedaliera. Ha saputo dirigere una squadra multiprofessionale con una visione strategica allargata e proiettata in avanti, senza mai distogliere lo sguardo dall’obiettivo più importante, la salute e la sicurezza dei cittadini. A lui va un grandissimo ringraziamento e un augurio sincero per il futuro”.