Centro storico, verso un regolamento unico

Un Gruppo di lavoro intersettoriale tecnico-amministrativo che proponga un Regolamento Unico per il Centro Storico: l’ha deciso la Giunta con l’obiettivo di arrivare a una revisione dei vari strumenti normativi e regolamentari vigenti.

0
566
Foto aerea di Fabrizio Bizzarri

Un Gruppo di lavoro intersettoriale tecnico-amministrativo che proponga un Regolamento Unico per il Centro Storico: l’ha deciso la Giunta con l’obiettivo di arrivare a una revisione dei vari strumenti normativi e regolamentari vigenti. Ne faranno parte i dirigenti di Settore e i referenti dei relativi servizi, uffici e unità di progetto, e precisamente: uffici di staff Città storica, qualità urbana e paesaggi (con ruolo di coordinamento) e Mobilità-Viabilità; servizi Patrimonio tutelato, Qualità ecologico-ambientale, Eventi e promozione economica; settori Polizia Locale e Sviluppo economico. Il lavoro del gruppo di lavoro partirà dall’esame delle numerose tematiche, attività, installazioni e interventi attualmente normate, che spaziano dall’edilizia al commercio, dallo spettacolo all’arredo urbano, dalla sicurezza alla raccolta differenziata. L’area interessata è compresa nel perimetro viario Carducci, Petrarca, De Amicis, Galilei, Fassi, Catellani, Ramazzini, Garagnani. La proposta di Regolamento Unico dovrà contenere i criteri tecnici e di procedimento amministrativo, di coordinamento qualitativo e gestionale delle diverse tipologie di intervento per la tutela e rilancio dell’abitare, del lavorare, dell’intraprendere e del relazionarsi in Centro.

“Con questo atto – afferma il Vice-Sindaco Stefania Gasparini – manteniamo l’impegno preso in Consiglio comunale di valorizzare, tutelare e riqualificare il Centro, a partire dalla rivalutazione dei regolamenti e con il presupposto che è luogo di lavoro, commercio, abitazione e socialità. E tutti questi aspetti devono essere collegati tra loro”.

Sarà uno strumento molto importante letto insieme al nuovo Piano urbanistico, “per definire strategie di sviluppo e rigenerazione nel cuore della città, che mettano al centro la qualità dello spazio pubblico, dell’abitare e del vivere”, aggiunge Riccardo Righi, assessore all’Urbanistica.