E’ nata la Commissione per la qualità architettonica e il paesaggio dell’Unione delle Terre d’Argine

La Commissione sarà in carica cinque anni e darà pareri, obbligatori e non vincolanti, sugli aspetti compositivi e architettonici degli interventi edilizi e urbanistici proposti, come l'accessibilità, l’usabilità e fruibilità degli edifici esaminati e il loro inserimento nel contesto urbano, paesaggistico e ambientale.

0
954
Foto aerea di Fabrizio Bizzarri

Sono stati nominati i cinque componenti della neonata Commissione per la qualità architettonica e il paesaggio, unica per tutti i Comuni dell’Unione Terre d’Argine in sostituzione delle precedenti Commissioni comunali. La Commissione sarà in carica cinque anni e darà pareri, obbligatori e non vincolanti, sugli aspetti compositivi e architettonici degli interventi edilizi e urbanistici proposti, come l’accessibilità, l’usabilità e fruibilità degli edifici esaminati e il loro inserimento nel contesto urbano, paesaggistico e ambientale.

I cinque professionisti esterni che la costituiranno sono stati individuati attraverso un avviso pubblico che ha consentito di raccogliere un certo numero di candidature, provenienti sia dal modenese sia da province limitrofe. La commissione esaminatrice ha poi selezionato e sottoposto alla Giunta dell’Unione tre nomi per ciascun ambito tematico “ritenuto rilevante per rispondere con efficacia e competenza alle funzioni attribuite dalla legge” a questo organismo. I componenti scelti sono questi architetti: Enrico Guaitoli Panini (tutela del paesaggio, dell’ambiente, rinaturalizzazione ambientale, geologia); Matilde Bianchi (pianificazione territoriale, urbanistica e sviluppo sostenibile); Fausto Barbolini (progettazione e riqualificazione dell’ambiente urbano, accessibilità e barriere architettoniche); Enrico Termanini (progettazione edilizia e composizione architettonica); Davide Calanca (conservazione, restauro, riqualificazione, tecniche di recupero, riuso dei beni architettonici e culturali e, in generale, del patrimonio edilizio esistente).