Snow must go on, tutto pronto per Skipass

Ora bisogna aspettare solo la neve ma intanto le 17 stazioni sciistiche di Emilia Romagna e Toscana sono ai nastri di partenza con le nuove offerte invernali che presenteranno a Skipass il Salone del turismo e degli sport invernali in programma a Modena dal 29 ottobre al 1° novembre.

0
285

Snow must go on è la parola d’ordine con cui si apre Skipass, il Salone del turismo e degli sport invernali, la più grande vetrina internazionale dedicata alla montagna, in programma a Modena dal  29 ottobre al 1° novembre.  Dopo due anni di stop si torna a sciare. Bisognerà rispettare solo alcune regole di sicurezza: green pass o tampone, mascherina al chiuso e nelle seggiovie, acquisto di skipass online. 

“Per noi essere di nuovo qui è una grande emozione – spiega Marco Momoli, direttore generale di ModenaFiere – anche in considerazione del fatto che lo scorso anno abbiamo dovuto cancellare la manifestazione a soli quattro giorni dall’apertura. Questo ritorno è per noi una grande festa e sono davvero contento perchè le premesse sono buone: abbiamo oltre 140 espositori, praticamente tutte le aziende del pool tecnico della Fisi – Federazione Italiana Sport Invernali, i 25 marchi di attrezzature tecniche più importanti al mondo e una grande rappresentanza del turismo con numerose regioni italiane che a Skipass presenteranno le proprie proposte. Siamo fiduciosi, speriamo che il tempo ci assista e che i visitatori siano numerosi ma i segnali che arrivano dalla vendita on line dei biglietti sono molto buoni”.

In attesa di sabato 4 dicembre, quando in Emilia Romagna riapriranno gli impianti di risalita, le 17stazioni sciistiche dell’Appennino di Emilia-Romagna e Toscana sono già pronte ai nastri di partenza e arrivano a Modena a presentare le novità neve 2021-2022.

“Aspettavamo questa apertura da un anno e mezzo. La chiusura è stata per noi una grande sofferenza – commenta Luciano Magnani, presidente del Consorzio invernale Cimone – abbiamo lavorato tutta l’estate per la manutenzione delle piste e il potenziamento dell’impianto di innevamento. Inoltre abbiamo creato altri due baby park al Cimoncino e a Le Polle per accontentare anche le famiglie… insomma aspettiamo numerosi sciatori sul nostro Cimone e sono convinto che dopo oltre un anno la voglia di tornare a sciare in libertà e a sperimentare nuovamente le emozioni che solo la neve può dare siano davvero tante”.

Fra eventi spettacolari ed esibizioni sportive, novità tecniche, una pista di sci di fondo degustazioni gastronomiche e tanti ospiti, uno dei momenti più importanti di Skipass riguarda come sempre l’aspetto commerciale, cioè la commercializzazione di pacchetti vacanze fra gli operatori del settore. Lo Skipass Matching Day, il momento di scambio B2B, quest’anno è  in programma venerdì 29 ottobre in modalità virtuale. In questa giornata gli espositori di Skipass avranno la possibilità di incontrare online tour operator italiani e internazionali, associazioni sportive italiane ed europee, sci club interessati ad acquistare le proposte viaggio.

Un grande stand a tema di 300 metri quadri (padiglione A) sarà, per i quattro giorni della manifestazione, la “casa” dell’Appennino che si estende fra Emilia Romagna e Toscana. Le due regioni hanno rinnovato pochi giorni fa l’accordo per la promozione congiunta del turismo slow sulla montagna fino al 2024 e adesso saranno insieme a Skipass per proporre le vacanze neve con tante degustazioni di prodotti tipici, l’intrattenimento musicale di Radio Bruno, la partecipazione di maestri di sci e la distribuzione di dépliant e brochure.  Nello stand ci saranno gli operatori delle 17 località invernali – a cominciare dalle stazioni regine – Comprensorio del Cimone (Mo), Corno alle Scale (Bo), Cerreto Laghi (Re) e Abetone (Pt) – avranno dei corner, dove il pubblico potrà acquistare direttamente skipass e pacchetti week end a prezzi scontati. 

L’offerta turistica dell’Appennino Tosco-Emiliano è costituita da 17 stazioni invernali, 400 chilometri di discese, 5.000 km di percorsi nella natura. Si può fare trekking lungo l’Alta Via dei Parchi che corre sul crinale, ciaspolate nei boschi, dormire nei rifugi. C’è una rete di accoglienza e di attività escursionistiche molto organizzata nei due Parchi nazionali: il Parco Tosco Emiliano e Parco di Campigna e Foreste Casentinesi. Testimonial dell’Appennino Emiliano Romagnolo è da diverse stagioni Alberto Tomba, il più grande sciatore italiano di tutti i tempi (tre medaglie d’oro alle Olimpiadi, due ai Mondiali, 50 vittorie in Coppa del mondo).