Ottimi risultati per i lanciatori della Compagnia del Coltello

Carpi ha ospitato il Torneo Internazionale di Lancio di coltelli ed asce che ha richiamato sportivi da tutto il mondo e si è chiuso con grande successo il 10 ottobre dopo tre giorni di gare.

0
605
Gli ori del week end
Giuliano Balboni
Walter Fieni
Cavazzuti, Magnanini e Balboni
Marco Cuoghi

Carpi ha ospitato il Torneo Internazionale di Lancio di coltelli ed asce che ha richiamato sportivi da tutto il mondo e si è chiuso con grande successo il 10 ottobre dopo tre giorni di gare. Ad organizzare la manifestazione Mauro Magnanini, Giuliano Balboni e Alessandro Cavazzuti dell’associazione Compagnia del coltello, da anni presente sul territorio. Gli atleti, in tutto un centinaio, provenienti da Belgio, Inghilterra, Svezia, Francia, Repubblica Ceca, Svizzera hanno gareggiato sui campi allestiti nella natura nei pressi dell’agriturismo Corte Gialla in via Zanini dove l’associazione sportiva ha stabilito la propria sede. Qui si ritrovano per allenarsi perché braccia, spalle e tutto il corpo sono sottoposti a un impegno particolare e per affinare la tecnica e sfidare campioni di paesi dove il lancio del coltello è una disciplina molto praticata.

“Gli attrezzi che si usano sono sostanzialmente tre: coltello, ascia e ascia double bit, simile all’ascia vichinga a doppia lama – spiegano Magnanini, Balboni e Cavazzuti – e le specialità principali sono quelle del lancio del coltello con rotazione oppure senza rotazione. L’ascia si può lanciare solo facendola ruotare”.

All’interno della manifestazione si è svolta anche la prima competizione in Italia di Cotanque che è una specialità molto particolare simile al gioco delle bocce ma fatta con particolari coltelli. Per numero di partecipanti è stata la competizione più importante di sempre a livello mondiale per questa specialità.

La Compagnia del Coltello si è particolarmente distinta nella competizione ottenendo ottimi risultati nella classifica del campionato italiano con Mauro Magnanini (terzo posto nel lancio del coltello, primo nel Nine tragets e secondo classificato nella silhouette, cioè il lancio dei coltelli intorno a una sagoma), Giuliano Balboni (primo posto nella double bit e terzo nell’ascia lunga distanza), Alessandro Cavazzuti (primo nel coltello no-spin e terzo nella double bit), Walter Fieni (primo posto nel coltello dalla lunga distanza) e Nicola Dentamaro (terzo nel coltello no-spin).

Ottima prestazione anche da parte dei principianti che affrontavano la loro prima gara: Marco Cuoghi (primo nel coltello), Giorgio Pedretti (secondo posto nell’ascia), Andrea Scapinelli (terzo classificato nel coltello), Andrea Rambaldi (terzo nell’ascia).

“Si tratta della più importante manifestazione a livello mondiale ed europeo di quest’anno – concludono – il duro lavoro di questi mesi è stato ripagato dal grande successo”.