Il reddito di cittadinanza non gli basta e si mette a spacciare

Detenzione ai fini di spaccio è questa l'accusa mossa a un 50enne di Correggio, disoccupato e percettore del reddito di cittadinanza, dai Carabinieri i quali due settimane fa avevano già denunciato il figlio per il medesimo reato.

0
927

Detenzione ai fini di spaccio è questa l’accusa mossa a un 50enne di Correggio, disoccupato e percettore del reddito di cittadinanza, dai Carabinieri i quali due settimane fa avevano già denunciato il figlio per il medesimo reato.

I militari, insospettiti da un intenso viavai, il 6 ottobre hanno perquisito l’abitazione dell’uomo, sequestrandogli oltre 130 grammi di hashish, 6 grammi di eroina, un telefono cellulare e materiale utilizzato per la preparazione e il confezionamento delle dosi tra cui 4 bilancini, due coltelli con residui di hashish nonché ritagli di buste di plastica. 

L’uomo, che è stato arrestato, è anche accusato del reato di minacce a pubblico ufficiale avendo  minacciato di morte gli operanti.

A fine settembre nei guai era finito il figlio: fermato ai giardini pubblici di Correggio era stato trovato in possesso di una decina di dosi di hashish.