Lazzaretti presenta il suo Carpi: “sono emozionato dall’affetto della gente”

Amministrazione Comunale e Athletic Carpi fianco a fianco per una nuova storia da scrivere insieme. Se il calcio a Carpi è salvo lo deve a un intenso lavoro interforze a supporto della passione e dei sacrifici di Claudio Lazzaretti.

0
515
Artioli, Bellelli e Lazzaretti

Amministrazione Comunale e Athletic Carpi fianco a fianco per una nuova storia da scrivere insieme. Se il calcio a Carpi è salvo lo deve a un intenso lavoro interforze a supporto della passione e dei sacrifici di Claudio Lazzaretti. 

Emozionato, il numero uno biancorosso ha incontrato per la prima volta, a livello ufficiale, la stampa per presentare una stagione che, come da lui esplicitamente confermato, è in fase di definizione in due – tre giorni mettendo in campo gli sforzi solitamente necessari in due mesi di lavoro. 

 

Claudio Lazzaretti

“Essere qui è per me un’emozione unica. Volevo con tutto me stesso diventare il presidente del Carpi e ora eccomi qui”. Voce rotta dall’emozione che si increspa ulteriormente quando confessa, senza giri di parole, di aver avuto qualche momento di sconforto: “non vi nego che a un certo punto ho avuto paura che non saremmo riusciti a completare il passaggio. Decisivo in tal senso è stato il supporto della gente: decine e decine di manifestazioni spontanee che mi hanno dato la forza di non mollare”.

Infine una chiosa su abbonamenti e obiettivi stagionali: “il mio Carpi dovrà essere protagonista. Non dico, vincere il campionato ma dobbiamo avere la consapevolezza di entrare in campo ogni volta con la voglia di provare a vincere il match. Gli abbonamenti si faranno: la nostra gente ce lo chiede e noi, da lunedì ci metteremo al lavoro per poterli accontentare tutti”. 

IL SINDACO ALBERTO BELLELLI: FINALMENTE LA CARPIGIANITA’ AL COMANDO DELLA SQUADRA DELLA CITTA’ – “Ho conosciuto Claudio Lazzaretti come esperto di calcio ai tempi del Carpi di Sarnelli, Teocoli, Roncarati e Bastia. Un carpigiano appassionato, esperto del settore e tifoso non poteva che essere la soluzione migliore per scongiurare la tenuta del calcio in Città”. Il primo cittadino, dopo aver reso i meriti al proprietario dell’Athletic, ha poi voluto sottolineare l’importanza della cura e dell’attenzione verso l’attività giovanile e i tanti volontari da decenni al servizio del Carpi: “trovo che in questa giornata di festa sia doveroso sottolineare la grande attenzione verso il settore giovanile e i tanti volontari che in maniera silenziosa hanno dato struttura ad una realtà che ha toccato l’olimpo della Serie A. Abbiamo il dovere di lavorare per il bene di un patrimonio che è prima di tutto dei carpigiani. Poi la stoccata finale di Bellelli: “ovviamente siamo in rispettosa attesa degli esiti di verdetti dai tribunali. Deve però essere chiaro che la base di logica della convenzione di concessione dei campi di calcio vale per chi fa attività sportiva, nella fattispecie calcio. Non per chi ha intenzione di sub affittare. Al momento stiamo accedendo alle quindici giornate di utilizzo previste dalla convenzione ma la situazione deve trovare una soluzione il prima possibile”. 

IL CARPI IN CAMPO CONTRO IL MEZZOLARA – Biglietteria aperta anche per tutta la mattinata di domani con ingresso gratuito per gli Under 10. In una giornata felice, l’unica nota stonata è rappresentata dalle condizioni del manto del Cabassi, oggettivamente vergognose. Un’incuria inaccettabile che ha costretto l’Athletic a mettere a disposizione ogni forza possibile e, come testimoniato dalla foto, anche il presidente non si è perso d’animo scarriolando sabbia per tappare le pericolose buche sparse per il campo. 

Enrico Bonzanini