Fondazione Carpi: scatta la corsa alla presidenza

Mancano sei mesi alla nomina del nuovo presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi e iniziano a circolare i nomi dei candidati a ricoprire quello che è un ruolo strategico per la città di Carpi. A Claudio Saraceni e Flavia Fiocchi si aggiunge il nome di Edoardo Patriarca tra i papabili.

0
710

Mancano sei mesi alla nomina del nuovo presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi e iniziano a circolare i nomi dei candidati a ricoprire quello che è un ruolo strategico per la città di Carpi. L’attuale numero uno Corrado Faglioni non può essere eletto per un terzo mandato secondo quanto previsto dallo Statuto ma resterà in carica fino all’insediamento del suo successore.

La nomina del Presidente e del Consiglio di Amministrazione è di Competenza del Consiglio di Indirizzo in cui siedono diciassette componenti designati dai Comuni di Carpi (3), Novi (1) e Soliera (1), dalla Camera di Commercio (2), dall’Università (1), dalla Diocesi (2), dagli Ordini professionali (2), dalla Conferenza del Volontariato (2), cooptati dallo stesso Consiglio (2) e un cooptato che sia espressione del settore Educazione, istruzione e formazione individuato dopo aver sentito le istituzioni scolastiche.

Almeno due mesi prima della scadenza del mandato del Consiglio di Amministrazione sarà l’attuale Presidente Faglioni a invitare ogni componente del Consiglio di Indirizzo a far pervenire un elenco chiuso di sette candidati al Cda indicando anche il candidato alla carica di Presidente entro i successivi sessanta giorni. È ovvio che già da oggi si inizi a lavorare per arrivare all’inizio del 2022 con le idee chiare e le liste pronte dopo averle soppesate col bilancino e dopo lunghe consultazioni.

All’interno di Palazzo Brusati Bonasi a raccogliere la naturale eredità di Corrado Faglioni i più papabili potrebbero essere l’imprenditore Claudio Saraceni, presidente di Garc, e il notaio Flavia Fiocchi, presidente del Consiglio notarile di Modena, già membri rispettivamente del Consiglio di Indirizzo e del Consiglio di Amministrazione. I loro nomi sono già stati spoilerati mesi orsono.

Le novità arrivano da Palazzo Scacchetti il cui peso (il Comune di Carpi esprime 3 membri del Consiglio di Indirizzo) non è certo irrilevante: qui circola il nome di Edoardo Patriarca per la carica di Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi. La carriera politica di Patriarca nel Partito Democratico si era interrotta nell’estate del 2019 quando, dopo il riconteggio dei voti delle elezioni politiche, era stato dichiarato decaduto e al suo posto in Senato era subentrato il leghista Stefano Corti. Già consigliere della Fondazione Cassa di Risparmio nel 2006, è stato parlamentare del PD dal 2013 al 2018 e ha ricoperto incarichi di rilevanza nazionale nell’ambito del Terzo Settore. È sul suo nome che si starebbe concentrando l’attenzione secondo quelle che al momento rimangono indiscrezioni perché c’è ancora tempo per cambiare le carte in tavola e gli accordi.

Sara Gelli