Donini (Emilia Romagna): “non rischiamo il cambio di fascia”

Ragazzi 12-19 anni coperti al 52%, a giorni summit sulla scuola

0
397

“A oggi non abbiamo il rischio di passare di fascia, siamo al 5% di posti letto in terapia intensiva e di reparti Covid, quindi alla metà e a un terzo rispetto al livello di guardia e stiamo assistendo a quello che dovrebbe essere il flusso di ospedalizzazione dei tanti casi che abbiamo avuto nei giorni passati. Monitoriamo la situazione giorno per giorno”. Lo ha detto l’assessore alla salute della Regione Emilia-Romagna, Raffaele Donini, ricordando che “la stragrande maggioranza di ricoverati in reparti Covid si riferisce alla popolazione non vaccinata” così come “la quasi totalità dei ricoverati in terapia intensiva”.

L’obiettivo è vaccinare il più possibile: “Anche vaccinando prima quelli che si sono prenotati nelle settimane prossime e anticipando le seconde dosi laddove possibili”. I prenotati, a oggi, sono 200mila. Attualmente, spiega Donini, i vaccinati prima dose sono il 77,4%, mentre i vaccinati con ciclo completo sono il 66%: “Con le prenotazioni che abbiamo da qui a metà settembre dovremmo arrivare all’80% con una dose”.

L’Emilia-Romagna conta di arrivare a settembre con una copertura dell’80% della popolazione con almeno una dose di vaccino anti-Covid. Ad oggi “siamo al 77,4% dei vaccinati con una dose sola e al 66% con due dosi”, spiega l’assessore regionale alla Sanità, Raffaele Donini. Inoltre, “il 52% dei ragazzi tra 12 e 19 anni è coperto con almeno una dose e in questi giorni un migliaio di giovani si sono vaccinati senza prenotazione presentandosi ai centri”. L’assessore fa il punto questa mattina, nel corso di una conferenza stampa in collegamento video. Ad oggi, snocciola i numeri Donini, “siamo al 77,4% dei vaccinati con una dose sola e al 66% con due dosi. Con le prenotazioni fino a metà settembre dovremmo arrivare all’80% con la prima dose. Queste 200.000 persone prenotate cercheremo di anticiparle il più possibile, per rendere meno fertile il terreno per il virus”. Nei prossimi giorni è inoltre in programma un incontro per affrontare il tema delle scuole. “Abbiamo ormai il 52% della popolazione tra i 12 e i 19 anni coperti con almeno una dose- spiega Donini– e in questi giorni un migliaio di ragazzi si sono vaccinati senza prenotazione presentandosi ai centri”. L’assessore conferma poi l’intenzione della Regione di puntare sempre più sulle cliniche mobili. “La nostra idea è affiancare e potenziare sempre più una somministrazione dei vaccini ‘on the road’- spiega Donini– con mezzi mobili e senza prenotazione per tutte le fasce d’età. Non lo abbiamo ancora quantificato, ma molti di coloro che si presentano ai camper sono quelli che avevano la prenotazione tra due settimane, per anticipare. Continueremo a fare in questo modo”.