Le contraddizioni dell’oggi nel nuovo libro di Andrea Saltini

Il nuovo libro di Andrea Saltini, I Giorni (la mia vita al tempo del Covid-19), sarà presentato in anteprima sabato 17 e domenica 18 luglio, alle 11, presso l’Ex Mercato Coperto di Carpi.

0
219

Tra le novità editoriali di Incontri Editrice vi è il libro I Giorni (la mia vita al tempo del Covid-19) del carpigiano Andrea Saltini, illustrato da Insetti Xilografi. Il volume è il riadattamento in versione cartacea di un diario personale tenuto da Saltini – pittore, poeta e direttore artistico – direttamente su Facebook durante la pandemia, dal 9 novembre 2020 al 17 febbraio 2021. Cento giorni di pensieri, visioni e parole, ma anche di confronto con tutte le persone che lo seguivano e commentavano. “Durante la stesura di questo diario – scrive l’autore – il mio cuore ha battuto 105mila volte al giorno e il mio sangue percorso 280 milioni di chilometri. Ho respirato in circa 27mila volte 15 metri cubi di aria. Per 45 giorni ho mosso 650 muscoli principali e attivato svariati milioni di cellule cerebrali. Sembra un miracolo, ma niente di tutto questo è miracoloso. E’ più miracoloso pensare che domani il mio cuore non batterà più; non respirerò più né attiverò muscoli e milioni di cellule. Non me ne pento. E’ scritto sul diario”.

“La forma del diario – spiega la libraia Ivonne Merciari – permette all’autore una libertà d’espressione massima: narrazione di eventi e metanarrazione, poesie, riflessioni, ricordi, fantasticherie, digressioni, soliloqui, lettere, flusso di coscienza. Il tutto a restituirci lo scenario a 360 gradi del mondo attraverso una sensibilità e una partecipazione straordinarie e la dichiarazione di un manifesto artistico e poetico oltre ad una sorta di testamento spirituale. Anche il linguaggio è un esempio ideale di contaminazione: aulico, solenne, colloquiale, specifico, evocativo, lirico, ieratico, confidenziale e apologico insieme, in un connubio caleidoscopico e armonioso. In queste pagine troveremo quindi il disappunto per le contraddizioni, l’ipocrisia, l’incoscienza e tutte le ombre e i presagi distopici del nostro tempo, ma anche un inno alla vita, l’invito allo sviluppo del potenziale umano e la rivelazione di un antidoto che rinverdisce e salva sempre, composto dall’amore, dall’ironia e dal potere della visione”.

Il libro sarà presentato in anteprima sabato 17 e domenica 18 luglio, alle 11, presso l’Ex Mercato Coperto di Carpi, nell’ambito del programma Concentrico Art di Concentrico Festival, di cui Andrea Saltini è curatore. Due matinée con la partecipazione di Alina Maselli e Sara Zini, che durante i cento giorni in cui il libro era ancora e solo un diario su Facebook lo seguivano con assiduità, interagendo con l’autore. Andrea Saltini leggerà inoltre alcuni brani del libro, accompagnato al pianoforte dal Maestro Enrico Pasini.

Sabato 17 luglio, alle 19.30, è inoltre prevista, sempre nell’ambito di Concentrico Festival in Piazzale Ramazzini, la performance tratta da I Giorni dal titolo (S)concerto per contrafforte molto scordato e pian(t)o solo (préludes – chopiniani caffè – parigini abbracci) con ideazione e regia di Andrea Saltini, video di Andrea Tasselli, set/stage video effect di Mattia Polisena, musiche originali di Saltini ed Enrico Pasini. Una produzione Concentrico Art 2021 in collaborazione con Daniele Franci ed Etoile (Centro Teatrale Europeo), che vede la partecipazione di Andrea Saltini (poeta amplificato), Enrico Pasini (fiati e samplers), Riccardo La Foresta (percussioni), Joseph Tortora e Arianna Carafa (danzatori).

Dal libro è nata, infine, la monumentale allegoria che copre il cantiere di ripristino della facciata di Palazzo Pio, dalla Torre dell’Uccelliera alla Torre dell’orologio. Un lavoro di 35 metri di lunghezza, commissionato a Saltini dal Comune di Carpi e realizzato in collaborazione con Concentrico Festival e Incontri Editrice. Una vera e propria parata di personaggi, cose e animali provenienti da precedenti opere pittoriche che l’artista ha selezionato e fuso in un’unica grande riproduzione digitale.