Inaugurato a Limidi di Soliera l’hub vaccinale di Confindustria Emilia Area Centro

Stamattina il sindaco di Soliera Roberto Solomita e Valter Caiumi, presidente di Confindustria Emilia, hanno inaugurato l'hub vaccinale di Confindustria Emilia Area Centro ospitato nella palestra comunale di Limidi.

0
577

Stamattina il sindaco di Soliera Roberto Solomita Valter Caiumi, presidente di Confindustria Emilia, hanno inaugurato l’hub vaccinale di Confindustria Emilia Area Centro ospitato nella palestra comunale di Limidi.

“Un progetto in sinergia tra pubblico e privato per agevolare la campagna vaccinale, vivere in sicurezza la zona bianca in cui ci troviamo da oggi e farci trovare preparati al prossimo autunno”, ha sottolineato il primo cittadino in un post sul suo profilo Facebook.

“Con questa rete di hub – spiega Caiumi – vogliamo perseguire la volontà di tutte le nostre imprese di tornare già dai primi giorni di settembre nuovamente in condizioni di normalità; ritrovandoci tutti insieme nelle nostre imprese e tagliando definitivamente i ponti con il periodo passato. Ci attendono mesi decisivi per rilanciare l’economia e vogliamo offrire il nostro supporto alla collettività per garantire un servizio programmato ed efficace, che possa anche risolvere il tema della pausa vacanze, con la possibilità di indicare il periodo di vaccinazione. Un ringraziamento va ai colleghi imprenditori che hanno accolto gli hub vaccinali – aperti a tutte le comunità aziendali – un lavoro di squadra, per consentire a tutte le imprese le stesse opportunità, in un rapporto virtuoso che ci rende tutti più forti”.

Le prenotazioni per aderire alla campagna vaccinale promossa dall’Associazione, aperte lo scorso 4 giugno, avvengono attraverso la compilazione del form online sulla piattaforma web di Confindustria Emilia e le imprese del territorio possono richiedere le somministrazioni oltre che per i propri dipendenti e collaboratori anche per tutti i loro familiari, decidendo dove e in quali settimane vaccinare le proprie persone. Questo darà modo alle aziende di avere date certe e di terminare i cicli completi di somministrazioni vaccinali con i richiami al più tardi entro la prima decade di agosto, permettendo così di velocizzare i tempi di attesa e trascorrere la pausa estiva con una ritrovata serenità.