Covid, il periodo di quarantena scende a 10 giorni

Le nuove modalità, valide anche per i contatti stretti dei casi positivi, sono stati introdotte dall’ultima circolare del Ministero della Salute.

0
303

Isolamenti più brevi, sia per i casi Covid positivi che per i cosiddetti ‘contatti stretti’. Sono due le novità principali contenute nell’ultima circolare del Ministero della Salute pubblicata lo scorso 21 maggio dedicata a isolamenti e varianti. Le nuove indicazioni sono state già state recepite dall’Azienda Usl di Modena, in particolare dal Dipartimento di Sanità Pubblica che si occupa della sorveglianza attiva dei casi a domicilio. La circolare stabilisce quanto segue: le persone risultate positive al virus SARS-CoV2 e che presentano sintomi possono terminare l’isolamento dopo almeno 10 giorni dalla comparsa della positività, di cui gli ultimi tre giorni senza sintomi, se l’esito del tampone eseguito a fine isolamento è negativo (precedentemente l’isolamento durava almeno 14 giorni). Le persone risultate positive al virus SARS-CoV-2 e asintomatiche possono terminare l’isolamento dopo almeno 10 giorni dalla comparsa della positività se l’esito del tampone eseguito a fine isolamento è negativo.

Le persone che risultano positive al tampone eseguito al 10° giorno devono continuare l’isolamento, che terminerà al 21° giorno in caso di assenza di sintomi da almeno sette giorni. 

A 10 giorni è fissata anche la durata della quarantena dei contatti stretti della persona Covid positiva (familiari che vivono nella stessa abitazione di un caso positivo o persone che hanno avuto contatti diretti con il positivo nelle 48 ore precedenti l’inizio dei sintomi o il referto del tampone positivo): la quarantena si concluderà dopo l’esito negativo del tampone molecolare eseguito al 10° giorno.