Casa dell’acqua: il malcostume di bere direttamente dall’ugello erogatore deve finire!

Un lettore segnala che vari ragazzi, assetati, inseriscono 5 centesimi alla Casa dell’acqua presso il Foro Boario di Carpi e bevono direttamente dall’ugello erogatore. La soluzione per ovviare a questo problema potrebbe essere quella di consentire l’erogazione solo mediante l’apposita chiavetta ritirabile presso lo sportello mediante pagamento della cauzione.

0
1096

Spettabile Redazione vi scrivo per segnalare un problema a mio avviso molto importante di igiene pubblica. Io e la mia famiglia usufruiamo dello splendido servizio della Casa dell’acqua presso il Foro Boario di Carpi; ma abbiamo preso visione più volte della seguente scenetta: alcuni ragazzi, assetati, passano presso la casetta, inseriscono 5 centesimi e bevono direttamente dall’ugello erogatore.

Noi di prassi, già da prima del Covid, portiamo delle salviette disinfettanti per pulire l’ugello prima di prelevare l’acqua.

Dato che ho constatato che quest’azione viene fatta prevalentemente da ragazzini, credo che la soluzione per ovviare a questo problema sia molto semplice, ovvero consentire l’erogazione dell’acqua solo mediante l’apposita chiavetta ritirabile presso lo sportello mediante pagamento della cauzione.

Spero di poter essere stato di aiuto con questa mia segnalazione/proposta che potrebbe sembrare sciocca, ma non inutile, specialmente in questo periodo così delicato per le salute pubblica di tutti noi, evitando anche così possibilità di contagi da Covid.

Adriano