Polizia provinciale e Polizia locale delle Terre d’Argine unite nel controllo dei trasporti eccezionali

0
518

Al via i controlli sui trasporti eccezionali nel territorio dell’Unione Terre d’argine, realizzati congiuntamente da Polizia provinciale e Polizia locale sulla base di un accordo approvato di recente da Provincia e Unione. 

I trasporti eccezionali, infatti, diversi dai normali mezzi pesanti per peso e dimensione, devono essere autorizzati dalla Provincia e sono regolati da specifiche prescrizioni, al fine di garantire la sicurezza stradale lungo i percorsi, compreso l’obbligo, per alcune categorie, di preavviso di transito. 

Come sottolinea Patrizia Gambarini, comandante della Polizia provinciale, si tratta di un “accordo innovativo che potrà esser esteso ad altre Unioni nell’ambito della Provincia al servizio dei Comuni. Il nostro impegno resta focalizzato sulla caccia e la pesca, ma in questo caso condividiamo l’obiettivo di potenziare i controlli sul rispetto del Codice della strada e dei regolamenti specifici su questo tipo di trasporto, allo scopo di migliorare la sicurezza. Teniamo conto che lungo le strade provinciali sono presenti oltre 160 ponti, infrastrutture che durante i passaggi di mezzi di peso eccezionale devono essere adeguatamente salvaguardati”.

Per Davide Golfieri, dirigente della Polizia locale dell’Unione Terre d’Argine, “la collaborazione rappresenta un’opportunità in più per migliorare il presidio del territorio e la sicurezza lungo le strade del territorio. E i trasporti eccezionali, che sono abbastanza frequenti, anche per la presenza dei caselli autostradali, vanno monitorati e vigilati per aumentare la sicurezza e prevenire gli abusi”.