Dal 26 aprile zone gialle rafforzate. Ripresa di sport, spettacoli e ristoranti a cena all’aperto.

Sarà possibile mangiare fuori anche di sera, ma con l’obbligo di rispettare il coprifuoco che resta fissato alle ore 22.

0
1621

Tornano le zone gialle, sebbene con misure ulteriori di contenimento del contagio. La cabina di regia a Palazzo Chigi ha infatti deciso l’istituzione dal 26 aprile di zone di “giallo rafforzato” che consentiranno, ma solo all’aperto, la ristorazione, le attività sportive e gli spettacoli. Sarà possibile mangiare fuori anche di sera, ma con l’obbligo di rispettare il coprifuoco che resta fissato alle ore 22.

Dal 26 aprile dunque i ristoranti potranno riaprire all’aperto, anche a cena, nelle regioni gialle. Le riaperture potranno riguardare sia il pranzo, sia la cena ma soltanto nei locali che hanno spazi all’aperto. All’aperto si potrà ripartire anche con le altre attività di sport e spettacolo.La regola sarà valida soltanto nelle regioni che hanno un basso contagio e dunque hanno numeri da fascia gialla.

TORNANO IN PRESENZA LE SCUOLE SUPERIORI MA NON IN ZONA ROSSA

Dal 26 aprile riprende anche la didattica in presenza delle scuole di ogni ordine e grado, ma non in zona rossa. Tornano così a scuola anche gli studenti delle scuole superiori.

La roadmap fino al 1° luglio

Il governo ha individuato un percorso di gradualità: dal 15 maggio riaprono le piscine, il 1° giugno le palestre, il 1° luglio potranno svolgersi le fiere e gli eventi. «Saranno consentiti gli spostamenti tra le regioni gialle e con un certificato si potrà andare anche nelle regioni arancioni e rosse».