Il bus ora si paga anche con carta di credito contactless

Viaggiare in autobus diventa più semplice, comodo e sicuro. Nessun costo aggiuntivo o necessità di registrazione: basta avvicinare la carta (anche in versione virtualizzata su smartphone o smartwatch) ai nuovi validatori di colore verde.

0
883

Da oggi sui bus SETA delle linee urbane di Carpi – e Sassuolo – è possibile pagare la corsa semplice a bordo utilizzando la carta di credito contactless, anche in versione virtualizzata su smartphone o smartwatch, senza costi aggiuntivi e senza registrarsi preventivamente.

Viaggiare in autobus diventa quindi più semplice, comodo e sicuro grazie ai nuovi validatori elettronici posizionati su tutti i mezzi SETA in servizio sulle reti urbane carpigiana e sassolese: l’azienda ha deciso di attivare questo servizio in via sperimentale partendo da due realtà territoriali che, per le dimensioni della rete e della flotta, presentano caratteristiche più idonee. Inoltre, grazie alla copertura integrale della rete urbana, gli utenti possono effettuare anche l’interscambio tra bus in servizio su linee differenti utilizzando questa innovativa tecnologia. Al termine della fase sperimentale il servizio di pagamento con carte bancarie contactless sarà esteso nei prossimi mesi anche alle reti urbane di Modena, Reggio Emilia e Piacenza. 

La carta di credito diventa il tuo biglietto, senza costi aggiuntivi

Pagare il viaggio con la propria carta di credito contactless è estremamente semplice, basta accostare la carta al validatore verde ed attendere che sul display appaia l’indicazione di avvenuta riconoscimento del titolo (luce verde, suono e messaggio testuale di conferma). Le carte accettate sono le carte di credito VISA e Mastercard e le care di debito Maestro e VPay abilitate ai pagamenti contactless. Il costo del biglietto urbano di corsa semplice acquistato a bordo con carta di credito rimane invariato (per Carpi e Sassuolo: 1,20 euro, validità 75 minuti). Anche in caso di cambio del bus, durante il periodo di validità dalla prima validazione, non c’è il rischio di pagare due volte: basta ricordarsi di passare la carta al validatore quando si sale su ogni bus e il sistema automaticamente verificherà la validità temporale del biglietto. Ogni carta posseduta può essere digitalizzata su differenti dispositivi elettronici (smartphone, smartwatch), facendo attenzione ad utilizzare sempre lo stesso supporto in caso di interscambio. Per verificare quando è stato timbrato il biglietto e qual è la validità temporale residua basta toccare il tasto Info titolo presente sul validatore ed avvicinare la carta: sul display compariranno i dati dell’ultima convalida. Oltre all’estrema facilità d’uso, è garantita la totale sicurezza e riservatezza delle transazioni grazie all’omologazione dei validatori secondo i requisiti dei terminali POS. Il pagamento della corsa sul bus mediante carte contactless, inoltre, è un’operazione valida anche ai fini del cashback di Stato.