La ex scuola di San Marino ospiterà un’associazione di volontariato

280mila euro, a tanto ammonta la spesa per ripristinare e rafforzare i locali della ex Scuola elementare di San Marino dopo i danni causati dal terremoto del 2012.

0
768

280mila euro, a tanto ammonta la spesa per ripristinare e rafforzare i locali della ex Scuola elementare di San Marino dopo i danni causati dal terremoto del 2012. Il fabbricato, dopo il miglioramento sismico sarà interessato da un altro cantiere per rifinirlo e metterlo così a disposizione della cittadinanza. 

Per anni la ex scuola, di proprietà del Comune di Carpi, ha ospitato un Centro culturale islamico ma ora le cose cambieranno. 

Certo è ancora presto per decidere quale sarà la destinazione d’uso dei locali, d’altronde non saranno pronti prima di due, tre anni, ma la Giunta ha già le idee piuttosto chiare. 

“A causa della pandemia – spiega l’assessore ai Lavori Pubblici, Marco Truzzi – il mondo dell’associazionismo è entrato in forte sofferenza a causa dei protocolli introdotti per evitare i contagi. 

La volontà dell’Amministraziones è dunque quella di mettere a disposizione gli spazi rinnovati della ex scuola di San Marino al tessuto associativo del nostro territorio. Procederemo dunque, a tempo debito, con un bando rivolto ai vari enti del terzo settore a cui potranno partecipare tutti coloro che sono interessati a trovare una sede maggiormente consona e rispondente ai bisogni e alle esigenze emersi in questo tempo di pandemia. Questa è la desiderata politica, al momento per quel fabbricato non vi sono altre prefigurazioni anche se passerà del tempo prima di poterlo frequentare nuovamente”.

Jessica Bianchi