Una discarica a cielo aperto: Carpi è sempre più sporca

Continuano senza sosta gli abbandoni di rifiuti nel quartiere industriale a ridosso di via Tolomeo.

0
1040

Continuano senza sosta gli abbandoni di rifiuti nel quartiere industriale a ridosso di via Tolomeo. L’area, lontana da occhi indiscreti, si è trasformata in una vera e propria discarica diffusa. Nei mesi scorsi avevamo denunciato lo stato pietoso in cui versava un lotto non edificato in via Bohr e Planck dove, tra gli sparuti alberelli spuntavano carcasse di frigoriferi, mobiletti, assi di legno, mucchi di laterizi, sacchi neri ricolmi di rifiuti, sporte di plastica gonfie di spazzatura. Dopo il passaggio di Aimag che aveva puntualmente ripulito tutto, le cose non sono affatto cambiate. 

Spariti i frigoriferi infatti a punteggiare l’area sono cumuli di materiali edili. Qua e là, tra l’erba, sbucano cassette piene di vetro e spazzatura indifferenziata e, poco lontano, in via Sklodowska Marie Curie, giace persino la carcassa di un vecchio computer. Anche i bidoni di plastica e vetro posizionati in via Tolomeo non se la passano bene, lì, infatti, qualcuno ha pensato di abbandonare sedie d’ufficio e scatoloni di cartone colmi di immondizia. 

Qui, evidentemente, col favore delle tenebre, alcuni nostri cittadini, in barba a ogni regola e al senso civico, continuano a disfarsi di oggetti ingombranti e rifiuti indifferenziati. E così Carpi diventa sempre più sporca.

Jessica Bianchi