Salvate il bagolaro di Palazzo Caleffi!

Con l’avvio del cantiere alcuni residenti del centro hanno manifestato preoccupazione per la sorte di un altro monumento verde.

0
718

Pericolante e malfermo, lo storico palazzo di via Matteotti, tornerà al suo antico splendore. Il cantiere per far rivivere Palazzo Caleffi, conosciuto in città come ex Valenti, gioiello cittadino risalente al 1500, è decollato ma alcuni residenti del centro hanno manifestato preoccupazione per la sorte di un altro monumento verde.
Sul retro del Palazzo, quello che si affaccia su via Nova per intenderci, svetta infatti un maestoso esemplare di bagolaro. Corre forse il rischio di essere tagliato per agevolare i lavori?
Il consolidamento dell’edificio, col rifacimento della copertura e delle fondazioni e il restauro delle facciate, è un intervento di riqualificazione atteso da tempo ma che speriamo faccia rima con rispetto del verde. Il bagolaro è un altro testimone della storia: occorre proteggerlo.

Rassicurazioni arrivano dall’architetto Maurizio Dodi: “in qualità di Direttore dei Lavori dell’intervento di Restauro di Palazzo Caleffi, vorrei rassicurare i residenti del centro che l’esemplare di bagolaro sarà salvaguardato e che non rischia quindi di essere tagliato”.

J.B.