Il blog degli studenti che amano i libri

È online dalla fine dell’anno il blog voluto e concepito da studenti dell’Istituto Tecnico Industriale Leonardo Da Vinci di Carpi. Lo hanno chiamato silenzidicarta.blogspot.com. A chi si rivolgono? “A tutti, soprattutto a quelli che non amano leggere”.

0
758

È online dalla fine dell’anno il blog voluto e concepito da studenti dell’Istituto Tecnico Industriale Leonardo Da Vinci di Carpi. Lo hanno chiamato silenzidicarta.blogspot.com “perché nel silenzio della lettura ci si immerge completamente nella storia e si diventa protagonisti” ed è dedicato alla narrativa contemporanea con lo scopo di avvicinare i ragazzi ai libri.

Il gruppo, composto da una decina di studenti di classi diverse, si ritrova online una volta alla settimana da parecchi mesi perché il lavoro è partito da zero: hanno messo in gioco le loro competenze informatiche, hanno studiato la forma grafica da dare alla pagina, hanno promosso un sondaggio per concepire il nome e scelgono, di volta in volta, di quali libri, storie, fumetti, parlare. Ogni mercoledì alle 16 viene pubblicata una nuova recensione, o meglio un invito alla lettura con frasi considerate le più significative commentate dallo studente. A chi si rivolgono? “A tutti, soprattutto a quelli che non amano leggere”.

L’iniziativa fa parte di un più ampio progetto attivato dalla prof.ssa Lucia De Marco per ripristinare la biblioteca all’interno dell’Istituto superiore Da Vinci dopo che, a causa dell’incremento di iscrizioni, era stata trasformata in aula.

Adesso, in uno dei due container sistemati nel cortile della scuola, sarà  adibita un’ aula in cui saranno raccolti solo  testi di narrativa  contemporanea,  per avvicinare i ragazzi  al piacere della lettura. L’adesione a #ioleggoperché ha consentito di avere una prima cinquantina di volumi grazie alla generosità delle famiglie, e altrettanti saranno donati dagli editori. Lo spazio all’aperto davanti al container diventerà un’aula verde in cui verranno sistemate panche e gazebo per permettere lezioni all’aperto a una classe quando le temperature saranno più favorevoli, organizzare presentazioni di libri, poter disporre di un orto in cui lavorare. Questi spazi saranno condivisi con gli alunni disabili in modo da favorire l’interazione. A coordinare il progetto la docente Lucia De Marco, coadiuvata dalle colleghe di materie umanistiche Milena Gualdi, Manuela Lolli, Daniela Penta, Giusy Lepera, insieme alla collega architetto Maria Palumbo e all’ insegnante Giulia Pia La Torre, referente per il gruppo di sostegno.